QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Bracconiere fermato dalla Forestale ad Appiano: con sè 14 volatili come richiami per la caccia

giovedì, 21 luglio 2016

Appiano – Bracconiere toscano fermato e denunciato dal Corpo forestale provinciale ad Appiano. Aveva con sè 14 volatili da usare come richiami per la caccia.uccelli caccia forestale

Operazione anti-bracconaggio del Corpo forestale della Provincia di Bolzano. All’alba di mercoledì, infatti, il personale specializzato in questo genere di attività ha sorpreso nella zona di Appiano un bracconiere che si apprestava a prelevare illegalmente degli uccelli. La persona, proveniente dalla Toscana, e in maniera particolare dalla Provincia di Lucca, è stato colto letteralmente con le mani nel sacco, ovvero con 14 esemplari fra tordi, bottacci e cesene, che sarebbero stati successivamente rivenduti quali richiami vivi per la caccia. Grazie all’intervento della Forestale, che ha rinvenuto anche delle torce elettriche utilizzate per il lavoro di ricerca e raccolta iniziato a notte fonda, si è potuto fermare il bracconiere, il quale è stato denunciato all’autorità giudiziaria, mentre i volatili sono stati immediatamente liberati (foto USP).

“Le nostre zone di fondovalle con monoculture di meleti – sottolinea il direttore dell’Ufficio caccia e pesca, Luigi Spagnolli – sono particolarmente adatte per questa attività illecita, grazie all’alta concentrazione di specie di uccelli utilizzabili come richiamo vivo. uccelli  cacciaIl Corpo forestale provinciale, che può contare su personale addestrato in maniera specifica, è impegnato da anni nel contrastare questa pratica che, grazie ai controlli ed alle denunce effettuate, si è assai ridimensionata. I guadagni connessi a questo tipo di illeciti, in ogni caso, restano potenzialmente molto consistenti, e per questo motivo l’attenzione rimane alta in tutte le stazioni forestali collocate in territori dove la frutticoltura è molto presente”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136