QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Bracconiere bresciano investe guardia venatoria e fugge. Smascherato e arrestato. Trovata anche tagliola usata per catturare una volpe

sabato, 9 maggio 2015

Bedizzole – Arrestato bracconiere. Dovrà rispondere anche di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale il bracconiere arrestato in mattinata dopo che si era sottratto ad un controllo venatorio e che per darsi alla fuga non aveva esitato a schiacciare con la ruota della macchina un piede ad una delle guardie volontarie.

Era da tempo che il soggetto veniva seguito perché sospettato di uccidere a fucilate, avvelenare o catturate con tagliole le volpi che si aggirano nelle campagne di Bedizzole (Brescia), ed alle prime ore del giorno è scattato il controllo.

Dopo la breve fuga il bracconiere è tornato presso la sua abitazione, dove ad aspettarlo c’erano gli agenti del nucleo ittivo-venatorio della polizia provinciale ed i carabinieri del nucleo radio mobile di Desenzano del Garda, che nel frattempo avevano iniziato la perquisizione domiciliare.volpe e guardia venatoria

Il magistrato di turno ha quindi disposto l’arresto del bracconiere ed il suo accompagnamento a Brescia per il processo per direttissima. Sul posto anche la polizia locale di Bedizzole, che ha poi supportato gli agenti della polizia provinciale nella redazione degli atti.

La guardia volontaria è ricorsa alle cure dei sanitari del pronto soccorso di Desenzano del Garda, che hanno stilato una prognosi di 20 giorni.
Nella foto si vede la volpe che è stata trovata ancora viva in una tagliola e che è stata successivamente trasportata al centro di recupero.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136