QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Borgo Valsugana, raffiche di controlli e denunce dei carabinieri per guida in stato di ebbrezza

venerdì, 16 settembre 2016

Borgo Valsugana – Intensificazione di controlli operati in Valsugana, denunciate 4 persone. I carabinieri della Compagnia Borgo Valsugana, hanno attuato un’intensificazione dei servizi di prevenzione dei reati, specie quelli di natura predatoria. Nella fitta rete dei controlli eseguiti, sono state denunciate 4 persone, per guida in stato di ebbrezza e guida senza patente.

carabinieri borgo valsugana

Una pattuglia del Nucleo Radiomobile ha denunciato D.M. 26enne italiano per guida in stato di ebbrezza. L’uomo è stato fermato a Levico Terme, intorno alle 2 di notte, alla guida della sua utilitaria. Sin dai primi istanti, i militari si accorgono che il giovane ha bevuto qualche bicchiere di troppo. L’accertamento con l’etilometro conferma i loro sospetti, dando valori di percentuali di alcool nel sangue mediamente pari a 0,98 g/litro

Sempre il Radiomobile di Borgo, un’ora dopo, ha denunciato T.K. 23enne italiano anche lui per guida in stato di ebbrezza. Fermato a Pergine Valsugana, alla guida della sua autovettura, dopo il rituale controllo documentale, veniva sottoposto a controllo etilometrico. L’accertamento da valori medi di alcool nel sangue pari a 1,25 g/l.

Stessa scena si verifica verso le 5 del mattino in Scurelle. Sempre gli uomini del Radiomobile fermano S.M. 53enne italiana mentre si trova alla guida della sua autovettura. Anche in questo caso, la donna mostra chiari sintomi di una smodata assunzione di alcool e le risultanze del controllo etilometrico, confermano i sospetti, 1,75 g/l.

Infine, in località Novaledo, i carabinieri della stazione di Roncegno Terme, denunciavano G.D., 38enne italiano per guida senza patente. Lo stesso veniva infatti fermato alla guida dell’ autovettura risultata poi essere dei propri genitori. Alla richiesta del documento di guida, lo stesso rispondeva di averlo dimenticato a casa. Le prime verifiche consentivano invece di accertare che lo stesso, non aveva mai conseguito alcuna patente di guida.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136