QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Borgo Valsugana, operazione “Caffé espresso”: i carabinieri arrestano 18 persone per spaccio e armi

martedì, 14 marzo 2017

Borgo Valsugana – Indagine “Caffé espresso”, smantellato pericoloso sodalizio criminale multietnico per il reato di associazione a delinquere, finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e dell’associazione armata.

Nelle ultime ore i carabinieri del comando Compagnia di Borgo Valsugana, stanno concludendo l’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip, su richiesta della Procura della Repubblica di Trento, per lo smantellamento di un sodalizio criminale multietnico, composto 18 soggetti di nazionalità italiana, est-europa e magrebina dediti al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti nella Valsugana, aggravato dal numero superiore a 10 e dall’uso delle armi.

carabinieri borgo valsugana

L’intera operazione vede impegnati quasi cento carabinieri del Comando Provinciale di Trento, nonché di quello di Cosenza, e le unità cinofile di Laives (Bolzano) e Torreglia (Padova).

L’attività investigativa, iniziata nel marzo 2016 e terminata il mese scorso, ha consentito di delineare e cristallizzare l’intera associazione a delinquere armata, procedendo all’arresto complessivo di 18 persone, di cui 15 (dei 18) in esecuzione della citata ordinanza e 3 in flagranza di reato (nel corso di attività a riscontro della stessa indagine).

Mentre, per altre 2 persone, localizzate all’estero, è stata chiesta l’internazionalizzazione del provvedimento dell’Autorità Giudiziaria  e un altro soggetto sono ancora attivamente ricercato sul suolo italiano.

I militari hanno sequestrato 1,6 chilogrammi di cocaina, altri centinaia di grammi complessivi di altre droghe (hashish ed eroina), un veicolo, che è stato poi confiscato, . I dettagli dell’operazione saranno illustrati oggi presso la sala riunioni del Comando Provinciale di Trento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136