QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Borgo Valsugana: minaccia l’ex compagna, i carabinieri denunciano 43enne

lunedì, 3 ottobre 2016

Borgo Valsugana –  I carabinieri della compagnia di Borgo Valsugana, impegnata in una intensificazione dei servizi di controllo del territorio predisposti dal comando provinciale di Trento, ha denunciato 4 persone per lesioni personali, favoreggiamento e minaccia aggravata.

carabinieri Brgo Valsugana

I militari della stazione di Borgo Valsugana, hanno denunciato in stato di libertà F.M. 43 enne, residente in zona, per il reato di lesioni personali. Piena mattinata, al numero di emergenza 112, giunge la telefonata di una donna che riferisce trovarsi nell’abitazione della sorella e di essere stata aggredita dall’ex compagno di lei. I militari, giunti velocemente presso l’appartamento in questione, trovavano le due sorelle, con la richiedente ferita ad un labbro. Nell’accertare i fatti, la lite iniziava tra i due ex e si estendeva alla sorella di lei, sopraggiunta nell’abitazione.

Stando a quanto ricostruito, l’uomo, improvvisamente, colpiva la donna al volto con un pugno, procurandogli una profonda ferita medicata presso il locale pronto soccorso. Successivamente rintracciato l’aggressore e contestatigli i fatti, veniva denunciato alla Procura di Trento.

I carabinieri della stazione di Pergine Valsugana, hanno denunciato in stato di libertà C.F. 31enne e G.S. 36enne, tunisini, per il reato di favoreggiamento personale. Tutto nasce da un incidente stradale tra una moto ed un’auto. Ci troviamo a Pergine, il conducente dell’auto contatta il 112 e riferisce essere stato tamponato da una moto con due persone a bordo. I militari, raggiunto il luogo dove si era verificato l’incidente, hanno rilevato subito l’assenza del conducente della moto.

Inutile chiedere al passeggero, in quanto riferisce di aver ricevuto un passaggio e che quindi, non lo conosce. Iniziano le indagini e si scopre che l’uomo da identificare, si è allontanato a bordo di un’auto che risulterà essere di proprietà della compagna del passeggero. Anche lei, rintracciata, ha asserito di non conoscere la persona a cui aveva dato il passaggio. Gli stessi, accompagnati in caserma, venivano denunciati alla Procura di Trento e subivano il sequestro della moto, anch’essa di proprietà della donna, poiché senza assicurazione e con la revisione scaduta.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136