QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Blitz dei carabinieri di Sondrio, fermano tre bulgari con arnesi da scasso. Denunciati e allontanati dalla Valtellina

martedì, 21 gennaio 2014

Castione – Allontanati dalla Valtellina tre extracomunitari con divieto di porre piede per almeno tre anni. Nell’ambito dei servizi di prevenzione ai reati in genere, e in particolare ai furti in appartamento, verso le 12:30, lungo la statale 38, nel comune di Castione Andevenno, i carabinieri del Radiomobile della Compagnia di Sondrio hanno proceduto al controllo di un’autovettura apparsa sospetta e identificato gli occupanti: si tratta di tre bulgari di 38, 36 e 35 anni, domiciliati a Monza, nullafacenti. I militari, a questo punto, hanno deciso di approfondire il controllo e hanno rinvenuto, occultati nel bagagliaio dell’autovettura, alcuni attrezzi da scasso e oggetti atti all’effrazione, come “piede di porco”, chiavi inglesi, grimaldelli e cacciaviti. A questo punto il proprietario della macchina, il 36enne P. A. E., è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Sondrio per “possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli” e, al termine delle formalità di rito, secondo riferito dalla compagnia dei carabinieri di Sondrio, guidata dal capitano Claudio de Leporini, tutti e 3 gli stranieri sono stati destinatari di un foglio di via obbligatorio dalla Provincia di Sondrio con divieto di ritorno per 3 anni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136