QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Blitz dei carabinieri di Gardone Valtrompia: 12 persone arrestate per spaccio di droga. Uno era in semilibertà

sabato, 13 dicembre 2014

Gardone Val Trompia – Blitz dei carabinieri di Gardone Val Trompia: dodici persone sono state arrestate per un vasto traffico di stupefacenti. Tra questi anche un detenuto semilibero che approfittava della giornata fuori dal carcere (lavorava in una comunità di recupero per tossicodipendenti) per tirare le fila dell’organizzazione.

Le indagini avevano preso le mosse dopo una rapina a un ufficio postale di Brione (Brescia), nel febbraio del 2013, messa a segno da due uomini, col volto coperto da passamontagna, uno dei quali armato di pistola automatica. I militari avevano individuato uno dei rapinatori e scoperto la rete dello spaccio.  Il fornitore dello stupefacente è stato appunto identificato in un pregiudicato semilibero, Carlo Gritti, 69enne, detenuto nel carcere di Bergamo, godeva del regime di semilibertà. Usciva ogni giorno dalle 7 alle 21 per prestare servizio come volontario in una comunità di recupero per tossicodipendenti di Lecco, giusto in tempo per organizzare il traffico di droga. Andava a lavorare in una comunità per il recupero dei tossicodipendenti in provincia di Lecco: utilizzava i benefici per incontrare i complici e organizzare l’acquisto delle partite di stupefacenti. Hashish e cocaina di ottima qualità – 7 chili quelli sequestrati – che arrivavano in Valtrompia, tra Sarezzo, Lumezzane e Gardone. Gritti coordinava 11 valtrumplini e un moldavo, tutti arrestati dai carabinieri, guidati dal capitano Piercarlo Borrettaz, comandante della Compagnia di Gardone.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136