QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Blitz dei carabinieri: fermato per furto a Rovereto e condannato a 8 mesi, una denuncia per coltivazione di cannabis ad Ala

lunedì, 22 settembre 2014

Rovereto – I militari del radiomobile di Rovereto, mentre in città si festeggiava per la Strongman, poco distante dal Follone, traevano in arresto per furto in abitazione Sebastiano Finocchiaro Sebastiano, 42 anni, roveretano d’adozione. L’uomo, intorno alle 21 di sabato scorso in via Venezia, stava tentando di entrare in un appartamento al primo piano. La rottura del vetro della portafinestra era stata sentita dalla stessa proprietaria che aveva immediatamente chiamato il 112. La gazzella è arrivata mentre l’uomo si trovava ancora sul poggiolo (ancora non era entrato in casa) ed il ladro si è letteralmente arreso ai militari che, in una manciata di secondi, erano stati raggiunti dai colleghi del Commissariato che, per dar man forte, aveva mandato una volante. Passato il weekend ai domiciliari questa mattina l’uomo è stato condannato a 8 mesi, pena sospesa torna libero.

BLITZ ANTI DROGA AD ALApiante e droga a Rovereto

I carabinieri di Ala, con la preziosa collaborazione del personale del Corpo Forestale della Stazione di Ala, hanno denunciato un ragazzo, 24 anni, residente ad Ala, per coltivazione di cannabis indica e detenzione per uso personale di stupefacente. Il ragazzo è stato fermato, da militari e forestale, ieri sera, mentre tornava da una zona boschiva demaniale dove aveva, tra la vegetazione, messo a dimora alcune piante di cannabis indica. Le aveva appena annaffiate, ma evidentemente le curava perché alte oltre 1,5 metri avevano prodotto oltre 1 chili di foglie con floridissime infiorescenze. La perquisizione domiciliare, inoltre, ha permesso di recuperare quasi un grammo di hashish e fornitissimo materiale (cataloghi per la coltivazione della marijuana e costose bottiglie di fertilizzante).  Nella foto sopra a destra il comandante della stazione di Ala mostra le infiorescenze della pianta, mentre il collega della forestale evidenzia una confezione di prodotto utilizzato per analizzare preliminarmente il terreno e valutarne la predisposizione alla coltivazione della pianta della marijuana.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136