QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Blitz antidroga, tre persone arrestate dai carabinieri di Verolanuova

sabato, 22 febbraio 2014

Bagnolo Mella – Blitz antidroga nel Bresciano. I militari del N.O.R. della compagnia carabinieri di Verolanuova hanno portato a termine diverse operazioni antidroga. La prima a Bagnolo Mella: durante il controllo di un soggetto sottoposto agli arresti domiciliari i militari avvertivano un forte odore di marijuana provenire dall’abitazione adiacente. Mentre verificavano chi abitasse in quell’appartamento si trovavano di fronte a S.A. 38enne che, per cercare di trovare una giustificazione all’insolita profumazione, asseriva di aver consumato poco prima uno spinello. Ovviamente il maldestro tentativo di camuffare la reale attività, non convinceva i militari che, una volta entrati in un locale sottotetto dell’appartamento, si trovPiantine marjuana Bagnolo 1ano di fronte ad una organizzata coltivazione di marijuana.

Due riflettori da 400 watt, dodici piantine con infiorescenze quasi giunte a maturazione, pareti rivestite di materiale riflettente ed isolante, temporizzatori per regolare i cicli giorno notte, fertilizzanti ed un impianto di aerazione in funzionamento consentivano di trarre in arresto l’uomo.

Lo stesso veniva presentato nella mattinata odierna all’udienza di convalida a seguito della quale, ritenendo legittimo l’operato dei militari, veniva applicata la misura dell’obbligo di firma giornaliera presso la stazione carabinieri di Bagnolo Mella. Il processo veniva rinviato al 17 marzo al fine di poter eseguire le analisi sulla sostanza rinvenuta.

ALTRE INDAGINI

Altre indagini sono state portate a termine dai Carabinieri della stazione di Verolanuova: nel primo intervento, a seguito di indagini connesse alla prevenzione dello spaccio di sostanze stupefacenti, è stato tratto in arresto un cittadino albanese G. E., di anni 46, operaio incensurato, residente in Verolanuova perché trovato in possesso, anche a seguito di perquisizione domiciliare, di circa 90 grammi di cocaina (custoditi in una cassaforte a muro), oltre agli strumenti per il confezionamento e la pesatura, caratterizzato da un bilancino di precisione, nonché la somma di euro 13.200 in contanti (arresto poi convalidato dal Tribunale di Brescia che ne disponeva la continuazione della custodia cautelare in carcere). Inoltre, a seguito altra attività investigativa, è stato arrestato un cittadino senegalese D. A., di anni 25, pregiudicato, per reati inerenti gli stupefacenti, latitante perché da tempo ricercato quale destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Brescia, per dover scontare dieci mesi di reclusione, rintracciandolo nell’abitato di Verolanuova ove si era recato presso l’abitazione di una amica. Entrambi sono stati rinchiusi nel carcere di Canton Mombello.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136