Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Bivacco Cadore: stroncato da malore don Francesco Soccol

mercoledì, 2 agosto 2017

Auronzo – Un malore stronca don Francesco Soccoll, 65 anni, parroco di Cavarzano e Sargnano. Il sacerdote stava compiendo con due amici l’ascensione in Val Stalata, quando è stato colto da infarto. Pochi istanti, il tempo di avvisare i due amici e si è accasciato. Era nei pressi del Bivacco Cadore. I due amici in stato di shock sono riusciti ad allertare la centrale operativa del 118 e sul posto è stato inviato un elicottero.elisoccorso

L’équipe medica ha praticato le manovre per rianimarlo, ma non c’è stato nulla da fare. La salma del sacerdote è stata trasportata ad Auronzo dove c’erano i tecnici del Soccorso Alpino ad attenderlo. Anche i due amici, un sacerdote e un laico  - ha spiegato il Soccorso alpino – sono stati accompagnati a valle in stato di shock.

Don Francesco Soccol era nato a Taibon Agordino il 7 dicembre 1951 ed era diventato sacerdote il 3 luglio 1976. Ora, oltre ad essere parroco di Cavarzano e di Sargnano, ricopriva anche il ruolo di vicario foraneo di Belluno. Era fratello di don Giorgio, direttore della Caritas Diocesana e parroco di Orzes e Bolzano Bellunese.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136