QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Biacesa, ricordato il sacrificio di 300 Fiamme Gialle in Val di Ledro

venerdì, 26 maggio 2017

Biacesa – La Guardia di Finanza ricorda il sacrificio delle 300 Fiamme Gialle sui monti della Val di Ledro, a Biacesa (Trento). In mattinata, nella frazione di Biacesa del Comune di Ledro (Trento), è stato commemorato, con una cerimonia semplice e al tempo stesso solenne, il 101° anniversario del sacrificio di 300 giovani Fiamme Gialle del III Battaglione della Guardia di Finanza, avvenuto durante i fatti d’arme della I^ Guerra Mondiale.biacesa Val di Ledro

La Guardia di Finanza partecipò al I conflitto mondiale con 18 Battaglioni mobilitati. Il III Battaglione, composto dall’8^, 9^ e 10^ Compagnia, inquadrato nel 3° Corpo d’Armata italiano, partecipò nel 1915 e 1916 a diverse operazioni militari nella Val di Ledro, fra cui si annoverano l’occupazione di Biacesa del 23 ottobre 1915, l’epica conquista di S. Giovanni il 4 gennaio 1916 e l’assalto alle trincee del Monte Sperone del 9 aprile 1916.

Nel luogo prescelto, particolarmente adatto al ricordo, tenuto conto che l’area è stata teatro di sanguinose battaglie che hanno visto protagonista il Corpo, viene officiata annualmente una solenne cerimonia con la collaborazione della locale Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia e del Comune di Ledro.val di ledro finanza

La cerimonia ha avuto inizio con la celebrazione della S. Messa nella Chiesa parrocchiale di Biacesa, celebrata dal 3° cappellano Militare Capo del Comando Regionale Trentino Alto Adige Guardia di Finanza, monsignor Mario Mucci. Durante la stessa, gli alunni della classe 4a della Scuola Primaria di Molina di Ledro hanno recitato una poesia di invito ed auspicio all’unione tra i popoli. A seguire l’alzabandiera, la resa degli onori ai Caduti e la deposizione di una corona di alloro al Monumento in memoria delle fiamme gialle cadute e ferite sui monti della Val di Ledro.

Hanno presenziato alla cerimonia l’Onorevole Mauro Ottobre, il sindaco del Comune di Ledro, Renato Girardi, il Comandante Regionale della Guardia di Finanza – generale di Brigata Marcello Ravaioli, il questore di Trento Massimo D’Ambrosio, il Consigliere Nazionale ANFI per il Trentino Alto Adige – Mauro Giannini, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Trento – colonnello Luca Volpi, il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Trento – colonnello Fabrizio Nieddu, unitamente a rappresentanze dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia nonché di quelle d’arma e combattentistiche del comprensorio Alto Garda e Ledro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136