QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Bacia una ragazza e tenta di violentarla. I carabinieri di Sirmione arrestano un 38enne egiziano

giovedì, 14 maggio 2015

Sirmione – Arrestato per violenza sessuale. “Sei carina… mi dai il tuo contatto facebook ?”, egiziano di 38 anni arrestato a Sirmione per violenza sessuale nei confronti di una giovane ragazza e per resistenza a pubblico ufficiale (nella foto l’intervento di agenti di polizia locale e carabinieri nel parco di Sirmione).

Una giornata al parco, un buona lettura sulla panchina mentre la mamma fa le compere. deve aver pensato a questo la giovane ragazza che qualche giorno fa a Sirmione è stata avvicinata da un uomo, 38enne, egiziano, senza impiego.
Prima qualche complimento “Come sei bella, sei sola?, poi le avances”, “ una ragazza carinSirmione arrestato10a come te io non la lascerei uscire sola, ho soldi sufficienti per permetterti di non lavorare e rilassarti con me…” poi sempre più esplicito: “dammi il tuo numero di cellulare, dammi il contatto facebook” per passare poi alle vie di fatto. nonostante la paura della giovane l’egiziano si avvicina sempre di più alla ragazzina, sino a stringerle la mano e baciarla sulle guance, la ragazza lo respinge con decisione ma l’egiziano ci riprova e questa volta riesce a darle un bacio sulla bocca. a quel punto, con forza, la giovane riesce a divincolarsi, fuggire e contattare la mamma.

Madre e figlia ritornano nei pressi del parco, la ragazza riconosce l’uomo e chiede aiuto ad un’agente della polizia locale che allerta immediatamente i militari della stazione carabinieri di Sirmione che stavano pattugliando la zona.

L’egiziano, forse perché credeva di averla fatta franca o che la ragazza non avrebbe avuto il coraggio di denunciarlo, reagisce in maniera violenta alla vista dell’agente di polizia locale prima e dei militari dopo, rifiutandosi di rendere le proprie generalità. accompagnato presso gli uffici del comando stazione carabinieri di Sirmione, l’uomo viene riconosciuto formalmente dalla giovane vittima come autore della violenza e tratto in arresto anche per resistenza a pubblico ufficiale.

I carabinieri della stazione di Sirmione, con la delicatezza che è d’obbligo in queste circostanze, hanno ricostruito dettagliatamente tutte le fasi dell’approccio soprattutto grazie alla forza d’animo che la giovane ragazza ha dimostrato nel ripercorrere momenti così dolorosi . L’arresto è stato convalidato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136