QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Babol, il cane anticash annusa denaro e scopre 365mila su vettura. La Finanza di Brunico denuncia autista ucraino

martedì, 11 novembre 2014

Brunico – Scoperto traffico illecito di denaro. L’ormai sperimentato fiuto del cane Babol (nella foto sotto), unità cinofila anticash che annusa e trova il contante, unito alla perizia ed esperienza dei finanzieri di Brunico e del suo conduttore, con cui fa una squadra davvero speciale, hanno permesso di scoprire che un cittadino ucraino trasportava illecitamente sulla propria automobile, nascosta meticolosamente sotto i sedili, la somma di 365mila euro in contanti di vario taglio verso l’Italia.

L’intervento, effettuato nel corso di un controllo sui movimenti alla frontiera e per la sicurezza in Alta Pusteria, ha fatto appurare che l’ingente somma era detenuta senza le prescritte dichiarazioni valutarie che ne avrebbero legittimato l’importazione in Italia. Così i militari hanno proceduto, secondo la legge, all’immediato sequestro del 50 per cento dell’importo, per 177mila euro.

Il soggetto era inoltre in possesso di una copiosa documentazione bancaria e commerciale, che ora i militari della Compagnia di Brunico stanno accuratamente vagliando, non escludendo la possibilità che il fattoFinanza cane Babolsia da collegare ad altre più gravi attività illegali se non criminali.

L’operazione di servizio conferma l’esigenza, di non interrompere l’azione di vigilanza su quanto transita dall’estero verso l’Italia e la delicatezza che il nostro territorio ricopre quale necessaria via di comunicazione verso l’Europa tutta, contemperando la libertà dei passaggi con la tutela del proprio territorio e la sicurezza dei cittadini, cui sono attivamente impegnate tutte le Forze di Polizia, operando in Alto Adige in proficua sinergia, anche secondo le direttive del Commissariato di Governo ed i responsabili locali.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136