QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Attentato incendiario a un ripetitore Telecom, danneggiata auto di un candidato leghista a Cles

lunedì, 21 ottobre 2013

Cles –  Duplice episodio a Rovereto e Cles. Il primo episodio inquietante, che fa tornare l’ipotesi di attentanti incendiari degli scorsi anni, il terzo nell’ultimo anno. Nella notte un attentato incendiario ad un ripetitore telefonico di Rovereto. Le fiamme hanno distrutto due auto di servizio della Telecom parcheggiate nei pressi del traliccio di via Paoli e hanno danneggiato i fili posti alla base del ripetitore. Il pronto intervento dei vigili del fuoco ha evitato che il rogo potesse danneggiare ulteriormente la struttura. Finora non ci sono rivendicazioni, la Procura ha aperto un’inchiesta che è affidata ai carabinieri. Non ci sono state interruzioni sulle linee telefoniche, ma grande è la preoccupazione. I militari indagano a tutto campo per smascherare gli autori.vigili_fuoco2_incendio_ott12

DANNEGGIATA AUTO CANDIDATO

L’altra notte è stata danneggiata l’auto ricoperta di manifesti elettorali del consigliere leghista, Luca Paternoster. La vettura, una Golf, era parcheggiata in piazza Clesio, vicino alla chiesa parrocchiale. Ieri  l’amara sorpresa quando Paternoster che ha ritrovato l’auto danneggiata, con i manifesti stracciati, e ha presentato una denuncia ai carabinieri contro ignoti. Sono in corso le indagini. Intanto il candidato leghista ha messo una taglia di mille euro su chi darà indicazioni precise per scoprire gli autori dei danneggiamenti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136