Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Artogne, ritrovato il cadavere del pescatore scomparso. Spunta l’ipotesi dell’incidente nautico

giovedì, 16 febbraio 2017

Artogne – Ritrovato privo di vita il pescatore scomparso l’altro ieri. Il magistrato non ha dato il nullaosta alla sepoltura di Mario Bertolazzi, 54 anni, di Artogne (Brescia), ma ha chiesto accertamenti. Non è scartata l’ipotesi di un incidente nautico.

ricerche sebino

È stato individuato nel tardo pomeriggio e ripescato dalle acque del Sebino Mario Bertolazzi, 54 anni, originario di Lovere, e ora residente ad Artogne. Il 54enne aveva acquistato un’imbarcazione e nella mattinata di mercoledì aveva raggiunto Costa Volpino e aveva iniziato la sua attività di pesca sul lago d’Iseo. Poi è scomparso e nel pomeriggio è stato recuperato. Al vaglio varie ipotesi: dal malore all’incidente nautico. La salma è all’obitorio del cimitero di Costa Volpino in attesa delle disposizioni del magistrato. Le indagini sono affidate ai carabinieri di Costa Volpino. I vigili del fuoco dovranno recuperare l’imbarcazione  che servirà a capire se effettivamente c’è stato un incidente nautico oppure no. Mario Bertolazzi lascia la moglie Marina e la figlia Silvia, 20 anni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136