QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Arrestati da carabinieri quattro nomadi che avevano razziato in una casa di Bagnolo Mella

martedì, 20 maggio 2014

Brescia – Una pattuglia dei carabinieri della stazione di Bagnolo Mella, informata che due giovani nomadi avevano da poco consumato un furto in danno di un’abitazione sita in Poncarale, asportando diversi monili in oro, macchine fotografiche e videocamera,  dopo brevi ricerche intercettavano lungo la via Fiume del medesimo comune una Fiat 500 sulla quale prendevano posto quattro nomadi  anni 18 e 17, la loro madre di anni 46 ed una conoscente di anni 33, quest’ultima in atto sottoposta agli arresti domiciliari per la consumazione di un precedente furto in abitazione.

Carabinieri arrestato  violenza

Le quattro donne risultavano tutte nomadi e gravate da numerosissimi precedenti penali, mentre le due più giovani corrispondevano alla descrizione ricevuta poco prima dalla  proprietaria dell’abitazione che aveva subito il furto. A quel punto le quattro donne venivano accompagnate in caserma e sottoposte a perquisizione personale e veicolare e si aveva la conferma del loro coinvolgimento nel furto, rinvenendo gran parte della refurtiva asportata che, veniva restituita alla parte offesa,  oltre al ritrovamento del grosso cacciavite da loro utilizzato per scardinare la serratura di una finestra dell’abitazione. A conclusione degli accertamenti le quattro donne venivano dichiarate in arresto e la minore accompagnata presso il Centro di Prima Accoglienza “C. Beccaria” di Milano.  Nel convalidare l’arresto delle tre donne maggiorenni  il Tribunale di Brescia ne disponeva per la 18enne e la 33enne la custodia cautelare in carcere mentre per la 46enne la sottoposizione alla misura cautelare degli arresti domiciliari .


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136