Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Arco, escursionista recuperato dal Soccorso Alpino sul Monte Baldo

domenica, 8 settembre 2019

Arco – E’ stato ritrovato nella notte e recuperato dagli uomini del soccorso alpino e speleologico di Verona un escursionista trentino, 40enne, disperso sul Monte Baldo. L’escursionista, residente a Arco (Trento), dopo aver raggiunto l’Eremo di San Benigno e Caro, si era inoltrato in una valle laterale, cercando invano un sentiero attrezzato, e infine dopo aver camminato a lungo e superato salti di roccia, era rimasto bloccato senza orientamento. Ha chiesto aiuto al 112 della centrale operativa di Brescia e una squadra del soccorso alpino e speleologico di Verona si sono portati sul posto e dopo aver intuito dalle informazioni ricevute che l’uomo potesse trovarsi in Val Torrente, una squadra è salita a piedi all’Eremo in poco più di un’ora partendo dal basso, le altre squadre hanno invece percorso con due mezzi fuoristrada la ripida forestale da Malcesine fino a Malga Fiabio, da dove si sono poi incamminati in Val Torrente, vallata priva di una rete di sentieri segnalati. Verso mezzanotte il primo contatto vocale, i soccorritori sono poi risaliti alla fonte del richiamo e hanno individuato il quarantenne in una diramazione laterale della valle, anche grazie ai segnali di luce da lui lanciati col cellulare. E’ stato riaccompagnato alla base dopo le 2 della scorsa notte.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136