QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aprica: escursionista disperso vicino a una diga. Soccorso Alpino al lavoro, ma l’uomo fa ritorno a casa da solo

mercoledì, 21 ottobre 2015

Aprica – I tecnici della VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna del Soccorso alpino, Stazione di Sondrio, sono stati allertati per la ricerca di un uomo di Piateda di cui non si avevano notizie da domenica mattina. Era stato il padre a chiamare la Centrale operativa, che ha quindi attivato i soccorritori per avviare le operazioni. L’uomo aveva trovato l’auto del figlio in una scarpata a valle della strada che collega l’abitato di Agneda con la Diga di Scais, in Val Caronno, a circa 1200 metri di quota. In seguito a una prima ricognizione aerea, sono giunti sul posto una decina di tecnici della stazione di Sondrio e una UCRS (Unità cinofila da ricerca in superficie) del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico); sul posto per le ricerche anche il SAGF (Soccorso alpino Guardia di Finanza, SAF Vigili del fuoco e Carabinieri.

Hanno ispezionato l’area nei pressi dell’auto e il gretosoccorso alpino cnsas del torrente sottostante, anche tramite alcune calate. Alcune ore dopo, è giunta la notizia del ritrovamento dell’uomo presso la propria abitazione, in quanto è riuscito a rientrare autonomamente.

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136