QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aprica: bilancio positivo dell’attività dei Carabinieri sulle piste da sci. Sanzioni e interventi di soccorso: i dati

martedì, 19 aprile 2016

Aprica – Bilancio positivo per il servizio svolto sulle piste da sci dai carabinieri “sciatori” della Stazione di Aprica (Sondrio), nella stagione turistica appena conclusa, 2015/2016.carabinieri piste sci

Gli uomini dell’Arma, in possesso della specializzazione di sciatori/soccorritori, acquisita dopo lo svolgimento di appositi corsi ed esami presso il Centro di Addestramento Alpino dell’Arma dei Carabinieri a Salva di Val Gardena (Bolzano), hanno effettuato, nel periodo compreso tra dicembre 2015 e aprile 2016, in aggiunta ai normali servizi di controllo del territorio e della circolazione stradale e di prevenzione dei reati in genere, un totale di 90 servizi di “Vigilanza e Soccorso piste”, privilegiando le giornate festive e di maggior afflusso di turisti in quel comprensorio sciistico.

Durante tali servizi, che hanno riscosso il forte gradimento dei molti appassionati di sport invernali, che, come ogni anno, sono affluiti  in zona sia dall’Italia che dall’estero, sono stati eseguiti 27 interventi di soccorso a sciatori infortunati. Fra le principali cause degli infortuni, sono da menzionare l’alta velocità, specie in presenza di intersezioni fra più piste, e l’imperizia di chi affronta tracciati di medio/alta difficoltà, senza aver acquisito le nozioni di base per poter sciare in sicurezza.

Elevate anche 10 contravvenzioni ad altrettanti sciatori e snowboarder per l’inosservanza dell’art. 14, comma 3, del Regolamento della Regione Lombardia, nr. 26/2014, in quanto, nonostante gli appositi cartelli di divieto, sono stati individuati in tracciati “fuori pista”, privi di apposita attrezzatura (sonda, pala e sistemi elettronici di tracciamento) necessaria per la loro sicurezza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136