QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Altra chiazza gialla nella zona dell’Alto Garda. Aperta un’inchiesta

giovedì, 25 luglio 2013

Riva del Garda – Altro caso di inquinamento nel Garda. Una chiazza giallo-marrone è stata scoperta nella zona del depuratore vicino alla zona del Rio Brasa. Sono in corso i rilievi dopo la segnalazione della squadra nautica  di Riva del Garda alla Questura di Trento che ha subito informato, per competenza territoriale, la Procura di Brescia. Il sostituto procuratore Antonio Chiappani ha chiesto una dettagliata relazione e acquisito tutti i documenti.riva-del-garda-foto-aeree-008

Secondo gli ambientalisti le cause sono legate i fanghi del depuratore e ai rifiuti della fognatura di Tremosine. In precedenza, ai primi di giugno, si era verificato un caso analogo a Padenghe. Nei prossimi giorni saranno effettuati altri prelievi a campione nella zona di Tremosine.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136