QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Allarme truffe a Trento: la Polizia invita alla massima attenzione. Uomo e donna cercano di circuire anziani

giovedì, 26 febbraio 2015

Trento – Numerosi episodi di truffatori in azione sono stati segnalati in questi giorni alla Polizia di Trento. Infatti – un messaggio inviato dalla Polizia – viene segnalato  di prestare la massima attenzione a potenziali truffatori che in questi giorni sono presenti nel capoluogo trentino.

Le categorie più a rischio risultano essere gli anziani che vivono soli, quindi facilmente circuibili da abili oratori e venditori. Le truffe segnalate riguardano una coppia, uomo e donpolizia_4_7na (identikit: per la donna carnagione chiara capelli lunghi neri 40 anni eta’ statura 1,50 circa corporatura magra con giacca scura e maglia chiara con borsetta a tracolla nera, l’uomo carnagione chiara 40 anni circa statura 1,80 circa indossante cappello lana colore grigio cappotto grigio scuro lungo e corporatura magra – entrambi parlavano fluentemente la lingua italiana e dialetto trentino) che si fingono vecchi amici o conoscenti di famiglia e riescono a farsi invitare a casa dalla vittima e individuare dove la medesima possa detenere gioielli e valori. Dopodiché, una volta all’interno, mentre uno intrattiene in chiacchiere il malcapitato, il complice, con la solita scusa di utilizzare i servizi igienici, si impossessa dei valori, solitamente conservati in camera da letto, per poi allontanarsi indisturbati.

La situazione in cui necessita prestare la massima attenzione è quella legata ai venditori porta a porta di apparecchi rilevatori di perdite di gas. questi soggetti, solitamente ben vestiti e con parlantina sciolta, scelgono le stesse categorie di persone sopra menzionate e, cioé, anziani che vivono soli o coppie particolarmente anziane e sprovvedute, alle quali raccontano di una prossima modifica di legge per cui si renderà obbligatoria l’istallazione di sistemi di rilevamento fughe di gas. Quindi prospettano il vantaggio dell’acquisto immediato del sistema (250 euro) che tra poco, proprio per la paventata entrata in vigore della nuova legge, subirà un incremento sostanziale dei costi, spaventando quindi la vittima col possibile futuro esborso molto più oneroso e giocando molto sull’opportunità da non perdere. naturalmente il contratto che viene fatto firmare non riporta quanto riferito dal venditore e cioé  l’obbligatorietà dell’istallazione dell’apparecchio proprio per evitare di incorrere nel reato di truffa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136