QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Ala: ubriachi lanciano sassi contro treno, due giovani denunciati per attentato ai trasporti

venerdì, 19 agosto 2016

Ala – Attentato alla sicurezza dei treni, due giovani denunciati. L’episodio, svelato oggi dalla Polfer di Trento, è accaduto il 12 agosto, quando giungeva segnalazione al personale della Polizia Ferroviaria di Trento presso la stazione di Ala (Trento), un treno merci aveva schiacciato delle pietre, collocate sulle rotaie da un individuo che poi, assieme ad altra persona, aveva trovato riparo su un carro pianale dello stesso convoglio, nel frattempo fermatosi per verifiche.

Polfer-Trento 10

Poco dopo gli stessi, in preda all’abuso di alcol – uno in particolare con un valore alcolemico successivamente accertato di 3,14 grammi/litro – inscenavano un pericoloso tentativo di salire sul treno regionale 2265 appena giunto sul primo binario, aggrappandosi disperatamente ai respingenti di coda.

Fortunatamente il gesto sconsiderato veniva notato sia dal macchinista del treno merci che dal personale FS a bordo del convoglio in partenza, immediatamente bloccato.

Non paghi i due stranieri, irritati per il mancato viaggio, prendevano a sassate il treno e, colpendo a pugni il parabrezza, danneggiavano i tergicristalli. In un momento di tregua il treno regionale riusciva a riprendere la corsa per Verona.

Poco dopo giungeva sul posto il personale della Polizia Ferroviaria che, dopo aver acquisito tutti gli elementi e proceduto ai primi adempimenti, rintracciava i due responsabili, D.N. e H.S., tunisini, che venivano accompagnati presso il Commissariato di Polizia di Stato di Rovereto per le relative incombenze di legge.

In conseguenza della loro condotta il treno merci maturava 118 minuti di ritardo ed il regionale 22. Sono stati denunciati e risponderanno di attentato alla sicurezza dei trasporti, interruzione di pubblico servizio ed ubriachezza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136