QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aggressione in pieno centro a Morbegno, due arresti e due denunce dei carabinieri. Uno è di Aprica

lunedì, 6 ottobre 2014

Sondrio – Aggressione in pieno centro a Morbegno, due giovani arrestati e due minorenni denunciati. Sono stati identificati e immediatamente rintracciati i quattro giovani che, nella notte tra sabato e domenica, si sono resi responsabili di una violenta, quanto immotivata aggressione, avvenuta in pieno centro a Morbegno (Sondrio), coordinati dal capitano Claudio De Leporini, durante lo svolgimento della manifestazione “Morbegno in cantina”.

Due di loro sono stati tratti in arresto in flagranza di reato dai carabinieri della stazione di Morbegno,  per “lesioni personali gravi, aggravate, in concorso”, mentre gli altri due, minorenni, sono stati deferiti in stato di libertà pArresto per furto carabinierier lo stesso reato. A finire in manette il 19enne Danilo Serrano Kevin Gonzales, originario dell’Honduras ma residente a Traona (Sondrio) e Adil Bourzail. di 18 anni, marocchino residente a Cosio Valtellino, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni oculari, i quattro, che non stavano partecipando alla manifestazione, si sarebbero “divertiti” ad aggredire, senza motivo, le persone che incrociavano lungo la strada, colpendole con pugni e schiaffi al volto. Ad avere la peggio un 22enne della provincia di Lecco che ha riportato un “trauma facciale con frattura pavimento orbitario sinistro” ed è stato ricoverato all’ospedale di Sondrio con una prognosi, al momento, di 30 giorni. Altri tre ragazzi, di età compresa tra i 28 e i 22 anni, un valtellinese e due lecchesi, aggrediti con le stesse modalità, sono ricorsi alle cure dei sanitari per “trauma cranico”, con prognosi di 4 giorni e hanno sporto denuncia, presso il comando carabinieri di Morbegno, nei confronti dei quattro aggressori.
I due arrestati sono stati accompagnati al carcere di Sondrio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136