QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aggressione in centro a Trento: la squadra mobile ha arrestato due persone

mercoledì, 3 febbraio 2016

Trento – Due arresti per l’accoltellamento di ieri notte. Dopo l’atto di aggressione che si è verificato nei confronti di un ragazzo tunisino di 35 anni in via Pozzo a Trento (accoltellamento al braccio a causa di litigi personali, prognosi di guarigione di 40 giorni), la Squadra Mobile di Trento, ha ricostruito gli eventi e oggi ha effettuato una perquisizione nell’abitazione di quelli che sono stati indicati dalla vittima come gli autori di tale gesto.

Una volta risaliti al domicilio dei due giovani, fratelli di nazionalità italiana con precedenti di polizia, i poliziotti si sono recati in via Bronzetti verso mezzogiorno. Non appena sentito il suono del campanello gli aggressori, che si trovavano in un appartamento al secondo piano, hanno capito di chi si trattasse sbirciando dalla finestra e tentando la fuga saltando direttamente in strada: il primo è caduto rovinosamente sul marciapiede, dove tra l’altro erano posizionati gli agenti della Squadra Mobile, mentre il secondo è stato bloccato dai poliziotti che erano riusciti ad entrare in casa.

Polizia di Sondrio

L’operazione si è così conclusa: arresto per A.M. (classe 1987), risultato destinatario di un ordine di carcerazione di 4 mesi e 15 giorni e l’arresto per M.M. (classe 1984) per resistenza a pubblico ufficiale.

Nel corso della perquisizione, inoltre, è stata sequestrata una carta di identità proveniente da un furto su autovettura avvenuto nell’ottobre del 2004, per tale motivo M.M. è stato denunciato anche per ricettazione del documento. Entrambi dovranno rispondere anche di lesione aggravata in concorso.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136