QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Il giovane accoltellato ad Arco è fuori pericolo, però sull’aggressione spunta la matrice politica

domenica, 18 maggio 2014

Arco di Trento – Un’aggressione, quella sul parcheggio di Arco di Trento dell’altra notte, per motivi politici. E’ attorno a questa ipotesi che stanno lavorando gli inquirenti dopo alcune segnalazioni giunte dagli attivisti dei movimenti antifascisti di Trento. Nel capoluogo hanno distribuito volantini con chiari riferimenti all’appartenenza politica degli aggressori. Domani manifesteranno la loro solidarietà al 25enne ferito davanti all’ospedale Santa Chiara.Soccorsi ambulanza 1

Inizialmente i carabinieri del nucleo operativo di Riva del Garda indagavano per motivi futili poi, dopo le ricostruzioni, si è fatta largo la matrice politica. L’episodio: nella notte tra venerdì e sabato in un parcheggio del centro storico di Arco di Trento due giovani sono stati aggrediti e un 25enne è rimasto ferito all’addome e trasportato d’urgenza all’ospedale Santa Chiara di Trento. Prognosi 30 giorni. Sul posto sono giunti i medici del 118 Trentino e i militari di Riva del Garda. Questi ultimi stanno seguendo una pista dopo aver raccolto la testimonianza dell’amico del ferito. L’ipotesi è il tentato omicidio.

 

e per gli aggressori

aggressione della notte scorsa ad Arco è di matrice politica, ne sono convinti gli attivisti dei movimenti antifascisti di Trento che ieri hanno sfilato per le vie del centro storico distribuendo volantini che parlano di una precisa appartenenza politica degli aggressori: fascisti. Lunedì saranno sotto le finestre dell’ospedale S. Chiara per manifestare solidarietà al 25enne accoltellato la notte tra venerdì e sabato, dopo una lite che avrebbe dunque inquietanti tinte politiche e che sarebbe potuta finire in tragedia: il ragazzo ha infatti riportato ferite all’addome ma c’è mancato poco che la lama toccasse gli organi interni, la prognosi è di trenta giorni. Sulla vicenda faranno luce i carabinieri che ipotizzano il tentato omicidio.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136