QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Adro, i carabinieri denunciano 5 persone per guida in stato di ebbrezza

domenica, 3 dicembre 2017

Adro – Controlli su strada. I carabinieri denunciano 5 persone per guida in stato di ebbrezza. In un’auto rinvenuta una mazza da baseball e una verga di bambù. Denunciato il giovane autista. Nella notte appena trascorsa i militari della Compagnia di Chiari hanno effettuato un servizio coordinato nell’ambito del comune di Adro (Brescia) finalizzato a contrastare episodi di guida in stato di ebbrezza e sotto effetto di sostanze stupefacenti. Complessivamente sono state controllate dalle pattuglie una trentina di mezzi ed una quarantina di persone: 5 i denunciati per guida in stato di ebbrezza, uomini di età compresa tra i 24 e i 47 anni. Denunciato, per porto di oggetti atti ad offendere, un 25enne che all’interno dell’autovettura deteneva, senza giustificato motivo, una mazza da baseball ed una verga di bambù.

controlli carabinieri

Nella serata di ieri è stato organizzato dai Carabinieri della Compagnia di Brescia un servizio coordinato che ha interessato la zona di Piazza Arnaldo, Piazza Tebaldo Brusato, Via Trieste e zone limitrofe per il controllo della cosiddetta movida e contrastare fenomeni di spaccio di stupefacenti, abuso di sostanze alcoliche e piccoli reati predatori.

A tal fine è stato verificato il regolare andamento della circolazione stradale (con posti di controllo frequenti) nonché controllate sia le aree adiacenti i vari locali nonché quelle isolate ai margini delle piazze o in vie secondarie.

In questo contesto sono stati segnalati alla locale prefettura 3 giovani italiani (di 18, 19 e 23 anni) e 1 brasiliano di 18 anni per uso personale di stupefacenti. Sequestrati complessivamente 4 spinelli, 2 grammi di marijuana ed 1 di hashish. I controlli proseguiranno per tutto il periodo natalizio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136