QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

A Gardone arrestato marocchino: rubava cellulari, trovato grazie all’app “trova Iphone”

mercoledì, 22 gennaio 2014

Gardone – Nella giornata di lunedì i Carabinieri della Stazione di Gardone Val Trompia, a seguito di richiesta di intervento da parte di una studentessa di vent’anni, vittima di furto con destrezza di telefono cellulare da parte di sconosciuto, traevano in arresto un cittadino marocchino, classe 1978, senza fissa dimora, disoccupato, pregiudicato, irregolare sul territorio italiano.DSC02123-1800

Verso le 13 precedenti, presso la fermata dell’autobus di Brescia S. Faustino di Via Battisti, il cittadino marocchino, approfittando della ressa di gente, asportava dalla tasca della giacca della studentessa, il suo telefono cellulare “Iphone”, per poi allontanarsi a bordo di un autobus diretto in Val Trompia.

La vittima, accortasi del furto, avvisava i Carabinieri della Stazione di Gardone Val Trompia, che, mediante l’applicazione “trova Iphone”, localizzavano immediatamente il telefono cellulare, per poi intercettare e bloccare l’autobus su cui viaggiava l’autore del furto. Alla vista dei militari, lo stesso cercava di disfarsi della refurtiva gettando il predetto cellulare sotto il sedile su cui era seduto. Scattavano quindi le manette per il cittadino marocchino, che, a seguito di rito direttissimo, veniva condannato dalla Prima Sezione Penale del Tribunale di Brescia, a mesi sei di reclusione, da scontare presso la casa circondariale di Canton Mombello.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136