QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

21enne egiziano arrestato dai carabinieri di Manerbio

giovedì, 6 ottobre 2016

Manerbio – I Carabinieri della Stazione di Manerbio, hanno tratto in arresto un cittadino egiziano M. B. cl. 1995, residente a Brescia ma da pochi giorni ristretto agli arresti domiciliari in Manerbio, presso dei conoscenti di origine marocchina.

Il giovane, pregiudicato per vari reati, era sottoposto alla misura restrittiva per una rapina compiuta a Brescia in Aprile ai danni di una conoscente.

Nel trascorso in carcere aveva conosciuto un marocchino di casa a Manerbio (arrestato anch’egli per evasione dagli arresti domiciliari proprio dai carabinieri manerbiesi l’ottobre scorso) e costui gli aveva offerto la disponibilità della propria famiglia ad accoglierlo agli arresti domiciliari una volta scarcerato. Così è stato, ma evidentemente quell’abitazione è risultata troppo scomoda anche all’egiziano, che poco prima della mezzanotte è stato sorpreso da una pattuglia dei carabinieri manerbiesi, mentre, poco distante da casa, amoreggiava in auto con un’amica, che avendolo già visitato in carcere, aveva mantenuto il rapporto affettivo con il detenuto.

Vistosi scoperto l’egiziano ha cercato di guadagnare la porta di casa senza riuscirvi ed è stato bloccato e dichiarato in arresto per evasione dagli arresti domiciliari.

Ha così passato la notte nelle camere di sicurezza della caserma ed il mattino è stato accompagnato presso il Tribunale di Brescia che ne ha convalidato l’arresto e lo ha rimesso agli arresti domiciliari ove attenderà di essere processato anche per evasione oltre che per la rapina già compiuta.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136