QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Vigo Rendena, il vicepresidente Olivi al personale dei lavori socialmente utili: “Non faremo passi indietro”

martedì, 9 agosto 2016

Vigo Rendena – Lavoro, presidio del territorio, conservazione e valorizzazione del patrimonio comune: sono questi i temi che hanno fatto da sfondo oggi, a Vigo Rendena, nel Comune di Porte di Rendena, all’incontro del vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi con il personale impiegato in Val Rendena nei lavori socialmente utili, “Progettone” e “Intervento 19″.olivi vigo

“I lavori socialmente utili – ha sottolineato il vicepresidente Olivi – producono risultati concreti, cose belle e buone che si vedono. Sono un’opportunità importante per molte persone in difficoltà occupazionale ma anche una ricchezza per le comunità e le amministrazioni locali; sono un tratto distintivo del nostro modello di welfare, che non ha eguali”.

A Vigo Rendena, oltre ad una trentina di operai del “Progettone” e dell’”Intervento 19″, erano presenti i responsabili delle cooperative coinvolte, i rappresentanti dei servizi provinciali che gestiscono i due progetti e numerosi amministratori locali. Il sindaco di Porte di Rendena Enrico Pellegrini ha evidenziato quanto sia importante l’attività delle donne degli uomini impegnati nei lavori socialmenrte utili per la manutenzione del territorio e la valorizzazione del suo potenziale. “La Provincia – ha aggiunto Olivi – continuerà ad investire in questo settore, che non rappresenta uno strumento di assistenzialismo ma di politica del lavoro. Cercheremo di ampliare, se possibbile, la platea dei beneficiari, con una particolare attenzione all’equità sociale. Su questi progetti non faremo passi indietro”.

Per fare il punto sui lavori socialmente utili in Val Rendena si è scelto il “Parco del Sarca”, un’area posta tra l’abitato, la pista ciclabile e il fiume Sarca, che rappresenta da anni il riferimento per gli amanti dello sport e del divertimento all’aria aperta. Oltre al bici grill, ci sono un campo da bocce, un campo da beach-volley illuminato, un’ampia zona picnic ed un nuovo laghetto per la pesca sportiva. I lavori che vedono all’opera il personale del “Progettone”, e procedono tenendo conto che l’area è utilizzata da residenti e turisti, prevedono la sostituzione delle panchine, il rifacimento dei punti fuoco, la realizzazione di alcune migliorie attorno al laghetto, con nuove panchine in larice e una nuova pavimentazione in porfido, il posizionamento di una piccola fontanella con il collegamento alla rete idrica potabile pubblica, la sistemazione del percorso di accesso all’area lago, il risanamento delle strutture del campo da bocce.

Si sta pensando anche di realizzare un’area giochi con strutture per i più piccoli. In Val Rendena sono oltre 30 gli uomini del “Progettone”, coordinati dal Servizio per il Sostegno occupazionale e la valorizzazione ambientale, impegnati in diversi cantieri per la realizzazione o manutenzione di importanti infrastrutture di uso comune, come sentieri, verde pubblico e piste ciclopedonali. Per quanto riguarda invece l’”Intervento 19″, iniziativa gestita dall’Agenzia del Lavoro, nella Comunità delle Giudicarie sono coinvolti oggi oltre 200 lavoratori. Dei 23 progetti attivati 15 si riferiscono ad interventi di abbellimento urbano e rurale, uno al riordino di archivi, uno alla custodia e vigilanza, uno alla valorizzazione di beni culturali ed artistici e cinque a servizi ausiliari di tipo sociale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136