QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Un piano di rilancio del turismo nella Giudicarie. L’intesa prevede 500 mila euro di investimenti

mercoledì, 18 giugno 2014

Tione – Via libera all’intesa Turismo Giudicarie, la Comunità investe oltre mezzo milione per il turismo. I progetti: Apt di ambito, Consorzi turistici e Comunità di valle insieme per un progetto di sviluppo del territorio che punta su cicloturismo ed eBike, pesca sportiva, outdoor e iniziative di sistema funzionali alla valorizzazione e promozione del territorio

E’ stato firmato oggi dalla Presidente della Comunità delle Giudicarie, Patrizia BaSportello famiglia Giudicariellardini (in piedi nella foto), dal Presidente dell’Azienda per il Turismo S.p.a. Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena, Marco Mase, dalla presidente dell’Azienda per il Turismo S.p.a. Terme di Comano – Dolomiti di Brenta, Iva Berasi, dal Presidente del Consorzio per il Turismo Giudicarie Centrali, Daniele Bertolini, e dal Presidente Consorzio per il Turismo Valle del Chiese, Massimo Valenti, il protocollo di intesa Turismo Giudicarie.

Un accordo per realizzare nuovi progetti che coinvolgono le Giudicarie intere, favorendo sinergie tra enti ed operatori, e mettendo al centro l’ambiente naturale e le attività all’aria aperta , a partire dalla bicicletta (classica, mountain bike, e.bike, ..), con iniziative mirate anche  per il trekking, la pesca, ed attività emergenti quali il bouldering ed il canyoning.

 L’INTERVENTO DELLA PRESIDENTE

«Tenuto conto che il Turismo è, e si ritiene sarà anche in prospettiva, il settore trainante dell’economia giudicariese, in termini di flussi direttamente generati ed in termini di indotto, anche alla luce del delicato momento che sta attraversando l’economia, la Comunità delle Giudicarie ha approvato nel Bilancio per l’esercizio finanziario 2014 un apposito stanziamento a supporto dell’economia e dello sviluppo sostenibile del territorio» introduce la presidente della Comunità delle Giudicarie Patrizia Ballardini. Sul piatto 550 mila euro che potranno essere utilizzati dai Consorzi e dalle Apt di ambito per progetti condivisi e in linea con l’Accordo Quadro per il Piano Territoriale di Comunità. Obiettivo: costruire e finanziare un progetto “di sistema” che coinvolga tutte le Giudicarie, per favorire l’aumento dei flussi turistici, legati in particolare a forme di turismo sostenibile. «Un tentativo forte di portare avanti delle iniziative insieme su tutto il territorio puntando su attività legate alla natura e allo sport come il cicloturismo, l’eBike, la mountain bike, il downhill, la pesca, il trekking, l’extreme outdoor, con il canyoning e il parapendio, il bouldering ..». Il tutto per qualificare ulteriormente e progressivamente l’offerta, in particolare rispetto al target ‘famiglie’, e di favorire anche la progressiva destagionalizzazione.

 I PROGETTI

Tra gli interventi inclusi nel protocollo, in corso di finalizzazione in questi giorni, uno riguarda il cicloturismo e la e.bike, come relazionato dalla direttrice delle Terme di Comano, Alessandra Odorizzi. «Già da tempo ci stiamo muovendo per rendere attrattivo il nostro territorio per gli amanti della bike. In questa fase abbiamo cercato di ampliare il target affiancando ai prodotti per il cicloturismo “classici” come le piste ciclabili e percorsi e itinerari per la mtb come il Dolomiti di Brenta Bike anche un nuovo modo e un nuovo approccio allo sport che permette anche ai meno allenati la possibilità di pedalare». L’idea è quella di puntare su l’ebike, la bici a pedalata assistita, che sta avendo un forte incremento di utenti e che apre le porte ad un nuovo mercato. Inoltre, completano l’offerta per gli amanti delle due ruote altre attenzioni e servizi come le colonnine ripara bici o il Servizio di bicibus ormai attivo da due anni.

Poi il progetto legato alla pesca, introdotto dal direttore del Consorzio per il Turismo Giudicarie centrali, Redi Pollini: «La pesca apre a fine febbraio, e chiude a fine settembre, ed è quindi uno strumento privilegiato per puntare alla destagionalizzazione. Abbiamo cercato di rendere la pesca fruibile da una platea più ampia e di fornire ai pescatori le informazioni necessarie in tempo reale, prime tra tutte la possibilità di sapere se le acque del fiume sono pescabili». Per questo l’installazione di sei webcam (4 sul Sarca e 2 sul Chiese) che daranno un’immagine costante e aggiornata dello stato dell’acqua anche tramite computer o smartphone. Per questo una serie di piattaforme in zinco-legno affacciate, non solo su laghi come Cornisello, Strembo o Ponte Pià, ma anche lungo fiumi rigogliosi come Sarca e Chiese. Con l’obiettivo di facilitare l’esercizio della pesca ad anziani con problemi di deambulazione e a pescatori diversamente abili. Infine, brochure didattiche, filmati e strumenti digitali di informazione, in grado di permettere l’acquisto a distanza dei permessi di pesca e di localizzare l’itinerario del corso d’acqua tramite Gps.

Su valorizzazione e standardizzazione dei punti informativi presenti in Giudicarie e il percorso dedicato al Downhill al Doss del Sabion i progetti presentati da Giancarlo Cescatti, direttore dell’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena. Con il primo «si auspica di uniformare e di rendere visibili e riconoscibili i punti informativi dei quattro ambiti, con il secondo si cerca di completare l’offerta per i biker con un settore in forte espansione e che permette un divertimento adrenalinico, che in Giudicarie manca».

A completare la descrizione dei progetti, il presidente del consorzio per il Turismo valle del Chiese Massimo Valenti, che ha illustrato la iniziativa boulder park: «Un progetto molto importante che qualifica tutta la valle del Chiese e che affianca all’arrampicata sportiva tutta una serie di attività legate all’outdoor. Un’offerta che va a impreziosire l’offerta di tutte le Giudicarie».

A completare gli interventi Iva Berasi che ha espresso soddisfazione per «un bel progetto che diventa un valore aggiunto per ognuno dei territori», Daniele Bertolini che ha evidenziato come «il lavorare insieme abbia già prodotto ottimi progetti che possono dare buoni frutti nel medio e lungo periodo».

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136