QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rapina e stalking: quattro persone denunciate dai carabinieri a Riva, Arco e Pinzolo

sabato, 25 aprile 2015

Riva del Garda - I carabinieri di Riva del Garda hanno portato a termine un’attività di indagine che ha consentito di identificare e denunciare alla Procura due soggetti di cinquanta e venticinque anni che in concorso avevano compiuto una rapina impropria ai danni di un rivano lo scorso 14 aprile. I due, all’uscita di un locale del centro storico, con la scusa di chiedere una sigaretta, approfittavano della distrCarabinieri 1azione della vittima per sottrargli il portafogli, spintonandolo per garantirsi la fuga. Bottino di alcune centinaia di euro. I due uomini, di fatto incensurati, l’uno originario di Chieti ed uno moldavo residenti a Riva del Garda sono stati raggiunti dai carabinieri di Riva nella giornata di ieri, dopo il riconoscimento della vittima.

STALKING 

La stazione di Arco invece ha deferito una donna di cinquant’anni, arcense, per stalking nei confronti della sorella, di poco più giovane. Quest’ultima era ritenuta colpevole di aver avuto rapporti col marito della prima e per tale motivo meritevole di subire danneggiamenti dolosi della propria autovettura , percosse e molestie ripetute. L’intervento dei militari e il deferimento della sorella maggiore hanno posto fine alle “angherie familiari” tra le due.

I militari di Carisolo hanno deferito sempre per stalking un trentino cinquantenne che da settembre 2014 aveva posto in essere condotte persecutorie nei confronti della ex, una trentenne ceca residente in Val Rendena. I messaggi sms ripetuti e quotidiani ed un atteggiamento oppressivo dell’uomo avevano fatto sì che la donna vivesse angosciata la propria quotidianità, tanto da convincerla a raccontare tutto ai carabinieri di Carisolo che, svolte accurate indagini, hanno segnalato l’uomo alla Procura di Trento.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136