QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Carisolo, Cima Lancia: perde la vita 48enne di Pinzolo, ex soccorritore. Lutto in tutta la Val Rendena

lunedì, 28 dicembre 2015

Pinzolo – È stato ritrovato poco fa, purtroppo, senza vita, l’escursionista che risultava disperso da oggi pomeriggio nel Gruppo della Presanella. Si tratta di Martino Maffei, 48 anni, di Pinzolo, figura molto conosciuta in Val Rendena, ex soccorritore alpino, autista del 118 attivo all’ospedale di Tione. La notizia dell’incidente ha lasciato attoniti le comunità di Pinzolo, della Val Rendena e il Soccorso alpino trentino.soccorso alpino

Martino Maffei era partito questa mattina da casa con l’intento di raggiungere Cima Lancia, sopra Carisolo. Alle 10, dalla cima della montagna, ha telefonato alla famiglia, iniziando subito dopo la discesa lungo il sentiero, ma dopo qualche minuto, è scivolato, ruzzolando per circa 150 metri in un canalone sottostante. La caduta gli è stata fatale.

Oggi pomeriggio i familiari non avendo più notizie hanno allertato i soccorsi, telefonando al 118 alla Centrale unica di emergenza. Gli uomini del Soccorso alpino dell’Area operativa Trentino Occidentale hanno quindi iniziato le operazioni di ricerca, fino al triste ritrovamento del corpo senza vita dell’ex collega, forte alpinista, amato per il suo impegno e lo spirito di solidarietà che aveva sempre contraddistinto la sua attività di soccorritore alpino. In questo momento i tecnici del Soccorso alpino trentino stanno trasportando a valle la salma.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136