QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pinzolo: no alla cattura dell’orsa Daniza. Protesta sui social, manifestazioni a Trento e in Val Rendena

martedì, 19 agosto 2014

Pinzolo – Stop alla cattura dell’orsa Daniza e finora le azioni delle guardie venatorie non ha portato alcun risultato. Le associazioni si stanno organizzando un doppio presidio per la libertà di Daniza e in pochi giorni ha superato i 10 mila sostenitori il gruppo Facebook “Salviamo l’orsa Daniza”, creato come risposta alle polemiche dopo l’aggressione del plantigrado a Pinzolo ai danni di un cercatore di funghi avvenuta la mattina di Ferragosto.

trento orso Daniza 1

Tramite il social network è stato anche lanciato il presidio “Daniza viva e libera” in centro storico a Trento nella giornata di venerdì 22 agosto, invece sabato 23 agosto alle 14 ci sarà un presidio in piazza Carera a Pinzolo (Trento).

Intanto è stata predisposta la seguente petizione da inviare a:
Direzione generale Provincia di Trento
Presidente della Provincia Autonoma di Trento, Ugo Rossi, e al Ministro per l’Ambiente, Provincia Autonoma di Trento

Signor Presidente e Signor Ministro, chiediamo che venga immediatamente fermata la caccia all’orsa Daniza “colpevole SOLO di aver seguito il proprio istinto di madre in difesa dei suoi cuccioli.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136