QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pinzolo, la mostra sulla 24h staffetta internazionale di granfondo piace

lunedì, 12 giugno 2017

Pinzolo – Grande interesse attorno alla mostra dedicata alla 24h di Pinzolo, la  staffetta internazionale di granfondo che ha tenuto banco per dieci anni (dal 1980 al 1990). La mostra – allestita alla Casa della Cultura di Pinzolo (Trento) – ha un ricco archivio e tanti ricordi.

val rendena

Secondo il sindaco Michele Cereghini, “La 24h di Pinzolo è uno dei grandi tasselli della crescita turistica, sociale e sportiva di Pinzolo”. La “Staffetta Internazionale di Gran Fondo”, nata dall’avvincente idea di Mauro Mancina, Ugo Caola, Diego Leoni, Toni Masè, Ezio Binelli e Aldo Ongari. durava 24h. I sei amici colsero nella manifestazione non solo l’opportunità di realizzare un evento innovativo, ma anche quella di contribuire alla visibilità del territorio, portando il nome di Pinzolo e della Val Rendena alla ribalta internazionale.

24 h staffetta

La mostra sulla “24h” è nata dall’iniziativa e dall’impegno del “Gruppo promotore” in collaborazione con il Comune di Pinzolo e l’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena. “Grazie a quanti, negli anni ’80 ed oggi – commenta il sindaco di Pinzolo – si sono impegnati per questo evento”.

24 ore Val Rendena 0

L’obiettivo è di portare alla luce un pezzo della storia locale raccontando un evento che molti hanno vissuto e tanti ricordano, attraverso materiale originale dei quel tempo. Questa mostra consentirà di far conoscere e rivivere l’evento anche alle nuove generazioni e ai nostri affezionati turisti e in futuro Pinzolo potrebbe tornare nuovamente ad ospitare i grandi nomi dello sci nordico internazionale. Vecchi filmati d’epoca sono stati recuperati e ne è nato un video, un viaggio emozionante, insieme a tutto il percorso espositivo, per ricordare la storica gara di sci di fondo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136