QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Pinzolo: divieto della manifestazione di protesta per l’uccisione di Daniza, spostata a Trento

giovedì, 25 settembre 2014

Pinzolo – Il Partito Protezione Animali ha presentato preavviso di pubblica manifestazione per il giorno 28 settembre 2014, da svolgersi in Pinzolo, dalle ore 15.00 alle ore 18.00 per “protesta contro l’uccisione di Daniza”.Pinzolo protesta 2 3

Si è stabilito che l’iniziativa non possa, tuttavia, svolgersi nel Comune di Pinzolo poiché tale individuazione del luogo è stata ritenuta pretestuosa e provocatoria, nonché per la difficoltà di svolgere manifestazioni con corteo in un piccolo centro montano qual’è l’abitato di Pinzolo, specie ora che la viabilità è resa difficoltosa per la chiusura al traffico della SS 239 di Campiglio, dovuta all’effettuazione di lavori di rifacimento delle reti tecnologiche.

Tanto premesso, tenuto conto delle determinazione assunte in seno al Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica svoltosi nella giornata di ieri presso il Commissariato del Governo per la Provincia di Trento e valutati tutti i riflessi sull’ordine e la sicurezza pubblica, il Questore di Trento ha formalmente prescritto che la manifestazione del Partito Protezione Animali avvenga a Trento.

La reazione del Partito: “Riteniamo doveroso comunicare che in data 23 settembre la segreteria del PPA ha invitato formalmente a mezzo fax il sindaco di Pinzolo ad una pacifica partecipazione alla manifestazione nel rispetto di tutte le ideologie, concedendo allo stesso qualche minuto per un suo eventuale discorso. Stesso invito era stato spedito, nella stessa data, alla Questura di Trento per opportuna conoscenza. Il Partito protezione animali ritiene il provvedimento adottato dalle autorità assolutamente immotivato riservando ogni azione di ricorso al proprio ufficio legale”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136