Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Pinzolo, chiusa la strada a Primunt per parto mufloni

giovedì, 5 aprile 2018

Pinzolo – Chiusa la strada a Primunt per il parto dei mufloni. Questa mattina il Comune di Pinzolo (Trento) ha emesso un’ordinanza di chiusura al traffico delle vie d’accesso che portano alla località Pimunt Aft di Sant’Antonio di Mavignola nel periodo dal 5 al 30 aprile. La transenna e la notifica di divieto sono già state posizionate dal Corpo di Polizia locale agli imbocchi delle strade. La motivazione è singolare.I n questi giorni primaverili una trentina di femmine di un branco di mufloni si è abbassata nei pascoli di Pimunt per partorire i propri cuccioli. Gli esemplari sono facilmente visibili dalla strada statale di Campiglio e il passaparola dell’avvenimento ha suscitato ovviamente grande curiosità. Il traffico dei curiosi che vogliono assistere allo spettacolo sta creando però diversi disagi e l Sezione Cacciatori di Pinzolo-Carisolo-Bocenago si è fatta promotrice di alcune misure di tutela, rivolgendosi al Comune.Mufloni

Innanzitutto, è diretto ed evidente il disturbo antropico che la presenza di spettatori apporterebbe nei confronti degli animali, trovandosi oltretutto in questa particolare condizione biologica, inoltre, le due strade che si diramano dalla statale di Campiglio per raggiungere la località sono molto strette e non sono adatte a sostenere un traffico intenso per garantire l’agevole doppio senso di marcia. La limitazione è quindi rivolta anche all’incolumità delle persone stesse, dal momento che non sarebbe improbabile il verificarsi di incidenti su quelle strade sterrate e pendenti.

“Naturalmente – chiarisce l’Assessore all’ambiente di Pinzolo, Luca Vidi – all’ordinanza va aggiunto l’appello al buon senso e alla sensibilità delle persone che sappiano rispettare questo fenomeno naturale così delicato”.

A pochi giorni dalla nascita, i cuccioli di muflone sono in grado di camminare autonomamente e si presume che, entro il 30 aprile, le femmine abbiano già abbandonato i bassi pascoli di Pimunt per ricongiungersi con il resto del branco nelle fasce più alte del versante montano.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136