QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Pinzolo, aperto il cantiere del nuovo Resort Alberghiero Benessere 5 stelle

sabato, 27 maggio 2017

Pinzolo – Iniziati i lavori per realizzare il nuovo Resort Alberghiero Benessere 5 stelle lusso a Pinzolo (Trento). Sarà un attrazione per trentini e lombardi, oltre a turisti stranieri che frequentano la Val Rendena d’estate e d’inverno.

A Pinzolo, all’interno della grande ski-area di Pinzolo-Madonna di Campiglio, sui terreni dell’area Campicioi, è stato aperto al cantiere dell’investimento programmato dalla Società Lefay Resort Dolomiti che fa capo alla famiglia Leali per la realizzazione di un nuovo Resort Alberghiero Benessere 5 stelle lusso. Investimento privato senza precedenti nella storia economica recente del Trentino, di oltre 60 milioni di euro, su un progetto che mette al centro la sostenibilità, non solo economica, ma anche ambientale e sociale e che avrà ricadute particolarmente positive sul piano occupazionale, con l’assunzione prevista di un centinaio di dipendenti.

Il Lefay Resort & SPA Dolomiti sarà perfettamente inserito nella morfologia del territorio. Particolare attenzione è stata attribuita dal progettista architetto Hugo Demetz  all’inserimento paesaggistico dell’edificio, che si articola su più livelli fuori terra che seguono l’andamento naturale del terreno in modo tale da adattarsi il più possibile alla morfologia del luogo. La struttura reinterpreterà l’architettura tradizionale del luogo grazie all’utilizzo di materiali naturali quali pietra e legno e la valorizzazione degli spazi verdi (A lato il rendering).

nuovo resort Campiglio 10

IL PROGETTO - L’edificio si articola in un corpo centrale all’interno del quale sono raccolte le aree comuni (reception, ristoranti, bar e spa) e corpi laterali su più piani dedicati alle suite e agli appartamenti. Nel suo complesso, il progetto si compone di 109 unità ricettive, di cui 84 suite a partire da 57 mq e 25 residenze gestite dal resort, due ristoranti, due sale meeting ed un’area Spa di oltre 5.000 mq comprensiva di piscine interne ed esterne, saune e cabine trattamenti. Coerentemente ai valori del brand Lefay, il progetto si caratterizza per un’attenzione alla sostenibilità ambientale nell’ambito della progettazione e all’implementazione di tecnologie all’avanguardia che permettono di ridurre il consumo di energia ed acqua.

Il sindaco di Pinzolo, Michele Cereghini, nel ringraziare il Consiglio comunale per i provvedimenti adottati, si dichiara molto soddisfatto dell’obiettivo raggiunto di poter garantire alla proprietà di avviare i lavori per la realizzazione del nuovo Resort e programmare l’apertura del nuovo complesso alberghiero per la stagione estiva 2019.

“Sono convinto – dice il sindaco – che la realizzazione di questa importante struttura alberghiera è anche e soprattutto frutto della sinergia fra la proprietà e il Comune di Pinzolo – che hanno lavorato “gomito a gomito” in questi due anni e che darà sicuramente lustro al nostro Comune e all’intera ski-area di Pinzolo-Madonna di Campiglio”. “Di fatto – continua il Sindaco – abbiamo dato vita a una sorta di “partenariato pubblico-privato”, riscrivendo e perfezionando i nuovi accordi con la proprietà rispetto alla convenzione firmata con la precedente Amministrazione e abbiamo disciplinato nel dettaglio i nuovi obblighi e gli impegni in capo alla Società Lefay Resort Dolomiti. E’ stato un lavoro rilevante e impegnativo sia da parte dell’Amministrazione Comunale che della Struttura Amministrativa, accompagnato da un costante e serrato confronto con la proprietà”.

“Sono orgoglioso di quanto abbiamo fatto – conclude il Sindaco – con l’apertura di questo cantiere segniamo un passo importante per la crescita della nostra località di Pinzolo e per l’intera zona turistica di Pinzolo-Madonna di Campiglio. Inutile poi ricordare che tutto ciò avrà notevoli ricadute sia immediate che future sia in termini occupazionali che a livello turistico e di immagine”.

Il Comune di Pinzolo incamererà in due rate, complessivamente 1.580.512 euro di oneri di urbanizzazione che destinerà ad opere pubbliche e inoltre grazie allo scomputo di un terzo di oneri (per 790.256 euro) vedrà realizzata da parte della proprietà dell’albergo un’implementazione dell’acquedotto principale di Pinzolo e l’allargamento del tratto iniziale della Via Alpe di Grual per raggiungere la zona di Pra Rodont.

La realizzazione della nuova struttura alberghiera è affidata per le opere da scavo alle ditte Cunaccia Bruno srl di Strembo e Cunaccia Francesco ed Emanuele srl di Pinzolo; per le opere di consolidamento del versante alla ditta Micron srl con sede a Castel Ivano; per le opere edili e di costruzione alla ditta Paterlini Costruzioni spa con sede in Brescia; per le opere di termoidraulica alla ditta Hollander Idrotermica srl con sede in Levico Terme e per le opere da elettricista alla ditta Monfredini Fausto srl con sede in Tione di Trento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136