QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pinzolo: al Tour Vertical Up trionfano l’altoatesino Philip Gotsch e l’austriaca Susanne Mair

domenica, 31 gennaio 2016

Pinzolo – Vertical Up Pinzolo: dominio altoatesino sulla Tulot Audi quattro. Spettacolare competizione by night lungo la Tulot Audi quattro che ieri sera ha ospitato la tappa di Pinzolo del Tour Vertical Up, il neonato circuito di gare che sfidano in salita le piste da sci più famose e ardite dell’Arco alpino. Poche le regole e scelta libera per i materiali di ascesa che sono a discrezione dell’atleta: scarpe chiodate, ramponcini, sci d’alpinismo, ma anche sci da fondo con l’aggiunta delle pelli (Foto Paolo Bisti).

A Pinzolo, i 400 atleti iscritti alla classe “Speed”, tra i quali fortissimi skyrunner e sci-alpinisti, hanno attaccato la Tulot Audi quattro con i suoi 2.600 m di lunghezza, 900 metri di dislivello, pendenza media del 35% e massima del 69%. Il più veloce nel raggiungere il traguardo di malga Cioca è stato l’altoatesino Philip Gotsch (Team Fisher) con il tempo di 29 minuti e 17 secondi seguito dall’altro altoatesino Urban Zemmer (La Sportiva) che ha fermato il cronometro a 29 minuti e 26 secondi. Terzo gradino del podio per l’austriaco Dominik Salcher (Team Vertical Up) che ha concluso la sua gara in 29 minuti e 34 secondi. Podio, dunque, combattuto sul filo di lana. Quarto piazzamento per Patrick Facchini del Brenta Team: 30 minuti e 15 secondi il suo tempo.

Tra le donne è invece salita sul gradino più alto del podio l’austriaca Susanne Mair (Dynafit Austria/Union Raika Lienz) con l’eccezionale tempo di 34 minuti e 22 secondi, seguita, a distanza, dalla campionessa olimpica di sci nordico Antonella Confortola (Forestale) che concludendo la salita in 36 minuti e 23 secondi si è aggiudicata il secondo gradino del podio. Al terzo Raffaella Rossi (Sci Club Valtartano Asd) con il tempo di 38’ e 40’’ e al quarto Serena Vittori (La Sportiva) con 39’ e 26’’.

Dopo la seconda delle quattro tappe del Tour Vertical Up, partono in testa per le prossime gare Susanne Mair e Dominik Salcher.

In 1.200 coloro che hanno partecipato al tradizionale raduno con gli sci d’alpinismo e 400 gli iscritti a quello con le racchette da neve, entrambi inseriti nella categoria “Rucksack Division” con partenza dalla suggestiva malga Cioca e arrivo ai 2.100 metri del Doss del Sabion.

In questa categoria la leadership è stata femminile con Lara Bottura della società organizzatrice Alpin Go Val Rendena a segnare il miglior tempo (53’ e 55’’), seguita dal compagno di squadra Alessio Donini, quindi da Daniele Pedretti e Alissa Micheli del Brenta Team che ha conquistato il quarto piazzamento.

Partito da Hinterstoder, in Austria, sulla pista di Coppa del Mondo “Hannes Trinkl”, il 9 gennaio, dopo la prova di Pinzolo il Tour Vertical Up farà tappa, il 27 febbraio, a Kitzbühel (qui è stato ideato il tour) sulla famosa Streif. Il gran finale sarà, invece, a Wengen, in Svizzera, sulla pista di discesa libera “Lauberhorn” il 19 marzo.

Soddisfazione piena, ieri sera, per Matteo Campigotto, presidente dell’Alpin Go Val Rendena, l’Asd organizzatrice della gara (in collaborazione con Comune di Pinzolo, Provincia autonoma di Trento, Funivie di Pinzolo e Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena), per il successo ottenuto dall’evento sportivo. Nata tre anni fa come “Vertical Doss” intitolato alla memoria di Toni Masè, presidente delle Funivie di Pinzolo, quest’anno, per merito degli organizzatori locali, la gara è stata inserita nel neonato Tour Vertical Up assumendo una connotazione internazionale e un prestigio ancora più grande.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136