QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Parco Naturale Adamello Brenta, dalla Germania arrivano 25mila euro: sono destinati al progetto “Orso”

giovedì, 26 novembre 2015

Spormaggiore – Arrivano soldi dalla Germania (25mila euro) destinati al Parco Naturale Adamello Brenta. Verranno investiti nell’aggiornamento della Casa del Parco Orso di Spormaggiore (Trento). E’ stata comunicata la donazione di 25mila euro al Parco naturale Adamello Brenta da parte della fondazione tedesca SUN (Stiftungsfond für Unweltökonomie und Nachhaltigkeit Gmbh – Fondo in dotazione per l’economia ambientale e la sostenibilità Srl).

La presidenza e la direzione del Parco erano stati contattati nel giugno scorso dal presidente di SUN, Klaus Zumwinkel, noto consulente d’impresa con una carriera da imprenditore di successo alle spalle e profondo conoscitore del Trentino, il quale, venuto a conoscenza delle attività del Parco, ha offerto la cospicua somma da investire in un progetto preciso. SUN è un’organizzazione non–profit costituita dalla Fondazione Deutsche Post nel settembre 2014 con l’obiettivo di sostenere le istituzioni e i progetti che si occupano di sfide e opportunità della globalizzazione.

In particolare, SUN si concentra sulla promozione della ricerca nei settori della tutela ambientale, la comprensione internazionale e la cooperazione allo sviluppo. Essa integra le attività dell’Istituto per lo Studio del Lavoro (IZA), con sede a Bonn, che è stato istituito dalla Fondazione Deutsche Post per condurre ricerche sui mercati del lavoro a livello mondiale.

Tra i progetti avanzati dal Parco, è stato scelto l’aggiornamento degli allAllestimento-CasadelParco00estimenti di una delle sette case del Parco: la Casa del Parco «Orso – Il signore dei boschi» di Spormaggiore, un’esposizione permanente dedicata all’orso bruno, animale simbolo del Parco, e al progetto Life Ursus.

La Casa è ospitata a Corte Franca, un antico palazzo nobiliare appartenuto anche alla casata degli Alt Spaur, ed è stata aperta al pubblico nel 2001 con allestimenti multimediali, strumentazioni video e ricostruzioni in dimensioni reali, distribuite in sei sale tematiche, tutte dedicate alla biologia del plantigrado e al controverso rapporto che da sempre lo lega all’uomo.

Oggi si avverte la necessità di un ammodernamento e, attraverso vari interventi, si vuole soprattutto aggiungere la storia più recente della popolazione di orsi sulle Alpi.

«La Fondazione SUN finanzia enti che tutelano e valorizzano il territorio. Grazie all’amore che Zumwinkel ha per le nostre montagne sono arrivati a noi – spiega il Presidente del Parco, Antonio Caola – Questa donazione inaspettata conferma la visibilità e serietà del nostro agire, considerato anche oltralpe».


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136