QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Madonna di Campiglio, i carabinieri sventano furti in hotel. Militare ferita nell’inseguimento dei ladri

domenica, 1 gennaio 2017

Madonna di Campiglio – Tentano di investire carabinieri dopo un furto: colpo fallito. I carabinieri della stazione di Madonna di Campiglio, dipendente dalla compagnia di Riva del Garda (Trento), nel corso di servizi di controllo del territorio coordinati dal comando provinciale di Trento per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio, ha sventato una serie di furti in hotel.

La sera di San Silvestro gli uomini dell’Arma, di Madonna di Campiglio e di tutta la Val Rendena, impegnati massicciamente della nota località turistica, meta per l’ultimo dell’anno di migliaia di persone anche grazie al fitto calendario di eventi, hanno sventato una serie di furti in hotel. Verso le 22, proprio nell’orario in cui tutte le camere erano praticamente vuote per i vari cenoni e feste, due soggetti sono riusciti a introdursi in un hotel del centro ed asportare due casseforti, una in danno di un imprenditore italiano residente in Svizzera ed una ai danni di una famiglia lituana. L’immediato allarme ha consentito di individuare uno dei due soggetti che alla vista dei militari ha abbandonato le casseforti ed è fuggito per i boschi sovrastanti l’albergo, mentre l’altro è stato notato salire a bordo di una utilitaria.

All’Alt dei carabinieri però il ladro non ha esitato ad accelerare per farsi strada rischiando di investire uno dei carabinieri impegnato nel servizio. La corsa però è durata pochi metri perché l’intervento dei militari ha fatto in modo che l’uomo perdesse il controllo finendo contro altre vetture parcheggiate, ma riuscendo a fuggire a piedi nella folla dei festeggiamenti. Il carabiniere donna ferito ha riportato contusioni varie con 7 giorni di prognosi. Le casseforti sono state recuperate ed il contenuto, 5mila euro e i passaporti, sono stati restituiti ai legittimi proprietari.

Oltre ad aver fatto fallire questi due furti, il dispositivo messo in campo dai Militari dell’Arma ha sicuramente contribuito a prevenirne altri, in quanto i due ladri non si sarebbero accontentati del loro bottino.

NEI GUAI PER DROGA E ALCOOL

Sempre nel corso dei servizi di prevenzione di fine anno i carabinieri hanno segnalato al Commissariato di Governo 2 persone per possesso di stupefacenti per uso personale, una commessa milanese di 19 anni con un grammo di marijuana ed un coetaneo di Spiazzo con del “popper”, un potente stupefacente dall’effetto breve, ma molto intenso. Inoltre 15 persone sono state contravvenzionate per ubriachezza.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136