QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Madonna di Campiglio: furti in negozi, arrestato dai carabinieri ladro seriale

venerdì, 3 febbraio 2017

Madonna di Campiglio – Furti a Madonna di Campiglio (Trento), arrestato un ladro seriale. I carabinieri della stazione di Madonna di Campiglio, dipendenti dalla Compagnia Carabinieri di Riva del Garda, nel corso di servizi di controllo del territorio coordinati dal Comando Provinciale di Trento per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio, hanno tratto in arresto una persona per furto.carabinieri furti Campiglio

Nella serata di ieri i militari hanno proceduto al controllo di un soggetto che si aggirava per le vie del paese, dopo aver avuto una segnalazione telefonica della titolare di un negozio del centro in cui veniva descritto l’autore di un furto.

La pattuglia ha sorpreso il 36enne, poco distante dal luogo del furto, ma addosso non aveva nulla di sospetto, quindi i militari si sono messi alla caccia della sua vettura che è stata trovata nella piazza Brenta con all’interno alcuni capi di abbigliamento, tra cui quello appena sottratto, per un valore di quasi mille euro. Insieme alla refurtiva sono stati trovati dei congegni elettronici e meccanici per rendere inefficienti i sistemi antitaccheggio. Con un sistema artigianale, ma sofisticato, il ladro azionava il congegno elettronico collegato al borsello, in modo da “schermare” la merce e poterla asportare senza che il sistema antitaccheggio suonasse, per poi, una volta fuori dal negozio, poter staccare le placche.

I militari hanno scoperto che Mirza Ibrahimagic, 36enne bosniaco, in Italia senza fissa dimora, è un vero e proprio pendolare del crimine ed in effetti dall’esame del suo passaporto sono emersi ben 28 accessi in Italia dal mese di luglio 2016 ad oggi con ingressi ed uscite dallo territorio italiano a distanza di pochi giorni e dalle Banche Dati delle Forze di Polizia risulta essere uno specialista di furti di questo genere, affezionato anche alle località della nostra regione, essendo già stato arrestato e denunciato a Selva di Val Gardena nel 2014.

L’attività investigativa è stata completata dalla visione delle immagini del circuito di videosorveglianza del negozio che hanno ripreso per le quali è stato possibile attribuire al medesimo soggetto anche un ulteriore furto avvenuto sempre presso il medesimo negozio il 5 gennaio scorso in cui furono asportati altri capi di abbigliamento per un valore di 1.280 euro. Si stanno verificando in queste ore gli spostamenti del soggetto per capire se sia autore di altri furti in zona.

A seguito dell’arresto è stato dapprima condotto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Riva del Garda e davanti al Giudice del Tribunale di Trento per la convalida.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136