QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad

Madonna di Campiglio: bilancio da record con quasi 10 milioni di passaggi di sciatori e un utile della Società Funivie di 2 milioni e 811 mila euro

martedì, 21 luglio 2015

Madonna di Campiglio – Un bilancio positivo a doppia cifra per la Società Funivie Campiglio. Il Presidente delle Funivie Madonna di Campiglio, Sergio Collini, ha convocato il Consiglio d’Amministrazione della società, per approvare la bozza di bilancio da presentare agli azionisti all’assemblea ordinaria in programma sabato 5 settembre.

Durante la stagione invernale scorsa, da parte di Funivie Campiglio, erano già stati comunicati dati parziali decisamente positivi, nonostante le bizze del meteo e la situazione congiunturale sia a livello nazionale che internazionale abbastanza preoccupante, ma i dati illustrati dal presidente Sergio Collini, hanno superato le più rosee previsioni, soprattutto se paragonati alla stagione invernale 2013/2014 che già aveva evidenziato dati da record.

Gli incassi invernali, al netto dell’IVA, sono risultati pari a 23.928.377 euro con un + 11,07% , si so3Tre Madonna di Campigliono registrati 9.527.119 passaggi pari ad un + 13,10% e si sono contatti 1.064.325 primi ingressi con un incremento del 9,55%. L’aumento del numero di sciatori e dei relativi passaggi sugli impianti di Campiglio, si è tradotto in un utile d’esercizio di 2.811.787 euro rispetto a 1.732.500 dello scorso esercizio, con un + 62,5%.

L’organico dei dipendenti fissi di Funivie Campiglio è di 67 unità fra dirigenti,impiegati ed operai, che salgono ad oltre 100 durante la stagione estiva e raggiungono il picco occupazionale d’inverno con ben 181 dipendenti. La stagione invernale scorsa è iniziata il 22 di novembre con i primi impianti di risalita aperti in zona Grostè, ed è terminata dopo oltre 140 giorni di sci continuativo, il 12 di aprile.

I numeri parlano da soli , ma sono il frutto di un percorso iniziato otto anni fa con massicci investimenti, oltre 60 milioni di euro, su impianti, piste, innevamento programmato e realizzazione del nuovo Rifugio Stoppani al Grostè. Nell’estate appena trascorsa, è poi stato realizzato il più grande bacino d’innevamento artificiale in Italia,il lago Montagnoli, capace di stoccare 200.000 metri cubi d’acqua,che ha permesso a Funivie di far un salto di qualità incredibile nel settore produzione neve. Madonna di Campiglio, a dicembre 2014, è stata una delle poche località italiane ad offrire neve sicura su un amCampiglio - festa laghettopio demanio sciabile, garantendo pure un ottimo svolgimento, sul Canalone Miramonti, della mitica 3Tre, gara di Coppa del Mondo di slalom speciale maschile.

Ad ottenere risultati tanto lusinghieri, hanno pure contribuito un’attenta politica di contenimento dei costi gestionali, un’oculata razionalizzazione degli investimenti ed una incisiva e costante azione di promo-commercializzazione che ha permesso a Madonna di Campiglio d’avere rapporti commerciali con 51 paesi esteri che, durante la stagione invernale appena trascorsa, hanno garantito oltre il 41% delle presenze nelle varie strutture ricettive. Il presidente della Società, Sergio Collini, ha ringraziato pubblicamente, per i risultati ottenuti, il management e tutte le maestranze per l’impegno e la professionalità dimostrata ed al suo pensiero si è pure associato tutto il Consiglio di Amministrazione presente che ha dovuto ratificare alcune nomine.

Infatti Rudy Serafini è stato nominato Vice Presidente della società e sono stati nominati nuovi consiglieri l’ingegner Michele Cereghini, nuovo primo cittadino, ruolo che spetta di diritto al sindaco di Pinzolo ed Ezio Alimonta in qualità di Presidente dell’Asuc di Fisto. Archiviata questa felicissima parentesi, si sta già lavorando alacremente per preparare al meglio la prossima stagione invernale con un piano d’investimenti che, anche quest’anno di relativa pausa, sfiorano i 3 milioni di euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136