QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Madonna di Campiglio, Agusta AW139 precipitato: domattina il recupero

martedì, 7 marzo 2017

Madonna di Campiglio – Si svolgeranno domattina le operazioni di recupero e trasporto a Trento dell’elicottero Agusta AW139 del Nucleo elicotteri della Provincia autonoma di Trento precipitato domenica scorsa sopra Madonna di Campiglio, sul Monte Nambino.

cSarà un potente Sikorsky S-64 Skycrane, mezzo dei Vigili del fuoco del Corpo nazionale e adatto al lavoro anche ad una quota elevata come quella del recupero, circa 2600 metri, a portare in fondovalle l’Agusta che da vuoto pesa circa 50 quintali. Arrivato in fondovalle l’Agusta sarà caricato su un autoarticolato della Corpo permanente dei Vigili del Fuoco di Trento e proseguirà il suo viaggio verso Trento, con destinazione il Nucleo Elicotteri.

Ottenute tutte le autorizzazioni previste in questi casi, il Servizio Antincendi e protezione civile della Provincia sta trascorrendo queste ore nell’organizzare un’operazione che si annuncia complessa e impegnativa. I piloti impegnati domani hanno effettuato oggi i sopralluoghi necessari e pianificato la missione. Il volo di recupero dell’Agusta, che sarà agganciato al Sikorsky, è stato pianificato per evitare il più possibile le zone abitate o urbanizzate. Per scongiurare assembramenti di curiosi, che potrebbero essere molto pericolosi, e assicurare la massima sicurezza agli operatori e alle altre persone, non vengono forniti altri dettagli sulle località interessate dall’operazione. In ogni caso nessuno potrà accedere al luogo di deposito a terra dell’Agusta.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136