QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Madonna di Campiglio: a rischio le luminare natalizie

venerdì, 8 novembre 2013

Madonna di Campiglio – Revocato il provvedimento che assegnava 80 mila euro per l’installazione delle luminarie natalizie nella località turistica. La decisione è legata alla Giorgio Caola & C. di Pinzolo, unica  ditta a partecipare al bando indetto dal Comune e quindi assegnataria con 62.400 euro dell’appalto. L’azienda ha ora comunicato che intende rinunciare all’appalto per un’affrettata valutazione dei costi.Madonna Campiglio3

L’ITER 

Il Comune si ritrova così in difficoltà e non potrà rispettare quanto approvato dalla Giunta comunale di Pinzolo il 7 ottobre scorso. In quell’occasione il progetto redatto dall’ufficio tecnico comunale per l’allestimento delle luminarie natalizie a Madonna di Campiglio prevedeva 80mila euro, di cui 63.300 euro per lavori e oneri relativi alla sicurezza e 16.700 euro per somme a disposizione dell’Amministrazione. Era prevista l’installazione sui pali dell’illuminazione pubblica della località turistica di luminarie che raffigurino la stella simbolo di Madonna di Campiglio come proposto in passato e due novità che riguardano gli alberi di Natale: le luci che addobbavano il grande albero del Belvedere saranno invece utilizzate per decorare un’altra conifera, in via Cima Tosa a Campo Carlo Magno seguendo sempre la tecnica a ricamo. Per l’abete del Belvedere si prevede che la decorazione arrivi fino a 40 metri di altezza, per quello di Campo Carlo Magno fino a 30 metri.

L’ALTERNATIVA 

La gara è stata ultimata con l’assegnazione dell’appalto il 21 ottobre scorso e, a pochi giorni di distanza, la Caola & C. di Pinzolo ha rinunciato. Nel frattempo il responsabile dell’area tecnica, Remo Maturi, ha firmato il provvedimento di revoca dell’assegnazione e l’aggiudicazione dei lavori di “posa luminarie natalizie nel centro abitato di Madonna di Campiglio” alla ditta Caola con sede in Pinzolo, via Fucine al civico 47 e precisato nella determina che l’eventuale quantificazione del danno subito e l’applicazione delle sanzioni previste per la fattispecie viene rimandato ad altro successivo provvedimento. Intanto  il Comune sta cercando una soluzione alternativa visti i tempi stretti. L’ipotesi delle ultime ore è quella di riproporre le luminarie dello scorso anno. A giorni il sindaco Bonomi e la Giunta valuteranno l’ipotesi alternativa e la comunicheranno.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136