QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

La Comunità delle Giudicarie aderisce al Fondo di solidarietà per il terremoto in Centro Italia

mercoledì, 5 ottobre 2016

Madonna di Campiglio – Il sisma che lo scorso 24 agosto ha sconvolto l’Italia Centrale, ed in particolare le province di Rieti, Perugia e Ascoli Piceno, ha visto la mobilitazione di enti pubblici e soggetti privati a favore delle popolazioni colpite da questo tragico evento. Anche la Provincia Autonoma di Trento si è distinta in questa gara di solidarietà, soprattutto per quanto concerne il tempestivo intervento della Protezione Civile subito dopo il sisma e con  la costruzione a tempo di record della scuola di Amatrice, per permettere agli alunni di frequentare le lezioni già con l’inizio dell’anno scolastico.

Accanto a tali interventi dell’immediato post-terremoto,  il Consorzio dei Comuni trentini,  assieme alla Provincia,   alle parti rappresentative dei lavoratori e dei datori di lavoro ed alle associazioni di volontariato, hanno promosso l’istituzione di un “Fondo di solidarietà per il terremoto in Centro Italia”, che prevede una raccolta di fondi da devolvere alle popolazioni interessate dal sisma.Butterini comunità giudicarie

La Comunità delle Giudicarie ha deciso di aderire a tale Fondo ed ha invitato i Comuni a partecipare ed a portare a conoscenza dell’iniziativa anche gli amministratori comunali, i privati cittadini e le associazioni delle Giudicarie.

In un secondo momento verranno definiti, in accordo con i Comuni, ulteriori fondi che saranno stanziati compatibil-mente con le risorse disponibili a bilancio.

Per tutti coloro che intendono partecipare al Fondo di solidarietà, è possibile effettuare un bonifico bancario sul conto corrente intestato alla Provincia Autonoma di Trento, utilizzando il seguente codice IBAN: IT 12 S 02008 01820 000003774828, con causale: “Fondo di solidarietà per terremoto Centro Italia”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136