QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Pinzolo: interrogazione sui messaggi a fini elettorali dell’assessore

giovedì, 23 maggio 2013

Pinzolo – I consiglieri comunali  Carola Ferrari, Diego Binelli, Roberto Failoni, Michele Cereghini, Tomaso Bruti, Diego Valentini e Augusto Gallucci, hanno presentato un’interrogazione per sapere se corrisponde a verità che il 14 febbraio scorso dal telefono in uso ad un assessore Matteo Campigotto siano partiti messaggi per la campagna elettorale del PATT e se il costo dei messaggi siano stati scorporati e quindi pagati dallo stesso assessore.

I consiglieri comunali da accertamenti prPinzolo1esso l’ufficio ragioneria non hanno riscontrato che l’assessore Matteo Campigotto abbia provveduto ad usufruire del numero in dotazione anteponendo l’apposita nomenclatura al fine di scorporarne il costo per addebitarlo allo stesso e quindiil costo dei messaggi elettorali sembra essere stato addebitato al Comune di Pinzolo. La richiesta dei consiglieri che hanno presentato l’interrogazione è accertare se è stato violato quantoprevisto dall’articolo 6 del regolamento comunale per l’utilizzo dei telefoni cellulari. Nell’interrogazione viene quindi chiesto di quantificare il numero e il costo dei messaggi inviati a fini elettorali.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136