QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Imposta di soggiorno: 50 euro a posto letto per gli alloggi turistici della Val Rendena

venerdì, 30 dicembre 2016

Madonna di Campiglio – La legge provinciale 8/2002 che ha previsto a partire dall’1 gennaio 2017 la corresponsione da parte dei proprietari di alloggi ad uso turistico della nuova imposta provinciale di soggiorno, prevede anche (art. 16 bis, comma 2) che l’ammontare di tale imposta possa essere incrementato qualora a chiederlo sia la Comunità competente per ambito territoriale. campiglio neve pisteA tale previsione nornativa fa riferimento la delibera approvata oggi dalla Giunta provinciale su richiesta dell’assessore al turismo Michele Dallapiccola.

Il provvedimento riguarda l’ambito territoriale di competenza dell’Azienda per il turismo Madonna di Campiglio, Pinzolo, Val Rendena, per il quale la Comunità delle Giudicarie ha chiesto l’incremento dell’imposta dai 25 euro fissati dal regolamento di esecuzione della legge fino alla misura massima applicabile pari a 50 euro per ciascun posto letto e per ciascun anno solare.

In base a quanto detta la stessa legge 8/2002, che dispone la decorrenza dell’incremento dal primo gennaio dell’anno successivo a quello di adozione della relativa deliberazione della Giunta provinciale, l’aumento dell’imposta dovuta dai proprietari di case ed appartamenti offerti in locazione a turisti scatterà pertanto dall’1 gennaio 2017.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136