QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

I cuccioli di Daniza in letargo. Gli ultimi retroscena degli orsetti della Val Rendena

sabato, 13 dicembre 2014

Pinzolo – Orsetti, per i cuccioli di Daniza tutti i segnali fanno pensare all’inizio del letargo. Gli esperti sono giunti a questa conclusione. ”Le cose sono andate come speravamo e tutto lascia pensare che gli orsetti si stiano avviando al letargo”. Così l’assessore alle Foreste Michele Dallapiccola, nel corso di un incontro con le associazioni ambientaliste del comitato faunistico e alcune associazioni animaliste, per fare il punto sulla situazione relativa ai cuccioli di Daniza. “Il lungo lavoro di monitoraggio effettuato in questi mesi – ha detto Dallapiccola – ha evidenziato comportamenti corretti da parte dei due cuccioli, che ormai possiamo chiamare orsi visto che proprio in questi giorni compiono un anno. I due animali hanno evitato i contatti con l’uomo, senza mai fermarsi nei centri abitati o in prossimità di fonti di cibo, dimostrando di avere fiducia in se stessi”. Il monitoraggio continuerà anche nei mesi invernali.

L’ultimo avvistamento dei due orsi risale allo scorso 9 novembre, come ha comunicato Claudio Groff del Servizo Foreste e Fauna della Provincia. Da allora nessun altra segnalazione. Ciò è da mettere in relazione, molto probabilmente, con l’inizio della fase letargica dell’orso, che i dati disponibili per l’ambiente alpino evidenziano coincidere proprio con il mese di novembre.

“Le fototrappole e gli avvistamenti – ha spiegato l’assessore Michele Dallapiccola – dimostrano che i due orsi stanno bene e hanno raggiunto una massa corporea adeguata ad affrontare l’inverno. Fino ad oggi tutto è andato secondo le nostre aspettative, con comportamenti corretti da parte dei due orsi, che in queste ultime settimane hanno rallentato la loro attività, cosa assolutamente favorevole visto il periodo. Il nostro lavoro di vigilanza sul territorio continua – ha detto ancocoppia orsetti daniza 1ra l’assessore – grazie anche all’ausilio del volontariato che frequenta i boschi e attraverso il monitoraggio con le fototrappole posizionate nell’area dove hanno gravitato sinora i due orsi, la quale si estende per 145 km quadrati”.

I punti monitorati sono una mezza dozzina e vengono controllati dal personale del Corpo Forestale Trentino con cadenza settimanale. Se gli orsi sverneranno con le tempistiche generalmente registrate non dovrebbero pervenire ulteriori segnalazioni fino al mese di marzo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136