QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Giudicarie, rinvenuti i resti di un soldato della Grande Guerra in Val di Fumo

giovedì, 25 agosto 2016

Carisolo – I carabinieri della stazione di Carisolo, dipendenti dalla Compagnia di Riva del Garda, hannorinvenuto e recuperato i resti di un soldato della I Guerra Mondiale.

Carisolo Alpino 0

Sotto la direzione della Sovrintendenza dei Beni Archeologici della Provincia di Trento, nella persona del dottor Franco Nicolis ed il coordinamento sul campo della dottoressa Cristina Bassi, i carabinieri della Squadra di Soccorso Alpino di Carisolo hanno individuato e recuperato i resti di un soldato della I Guerra Mondiale. Il corpo ormai decomposto, ma con la divisa e parte degli equipaggiamenti ancora quasi integri, sono stati ritrovati al Passo di Val di Fumo” a quota 2.920, grazie, per così dire, al ritiro del ghiacciaio che per quasi cento anni ha custodito i resti del militare.
Ora, traslato presso il Cimitero di Trento, dopo le formali autorizzazioni rilasciate della Procura della Repubblica di Trento, sarà a disposizione della Sovrintendenza che cercherà di ricostruire la storia del soldato, anche grazie ad esami autoptici e agli storici, fino ad arrivare, se possibile a dare un nome al militare.

Il recupero è avvenuto grazie agli specialisti dell’Arma inquadrati nella Squadra di Soccorso Alpino, che più volte hanno partecipato a recuperi analoghi, oltre che ai normali servizi di soccorso in montagna.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136