QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Giudicarie, fondo straordinario per l’assunzione di cinquanta lavoratori

venerdì, 28 marzo 2014

Tione – La Comunità delle Giudicarie attiva un fondo straordinario per l’assunzione di lavoratori in difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro, in collaborazione con i Comuni giudicariesi. “In un momento delicato e critico come quello che stiamo attraversando, abbiamo ritenuto importate stanziare un fondo straordinario per attivare una cinquantina di posti di lavoro aggiuntivi”, comunica la presidente della Comunità Patrizia Ballardini.

Negli ultimi anni, sono cresciuti infatti in maniera esponenziale gli iscritti alle liste dell’Intervento 19, l’azione promossa dall’Agenzia del Lavoro a favore dei lavoratori disoccupati, deboli e svantaggiati. Così per il 2014 a fianco del consueto progetto che prevede l’occupazione di 24 lavoratori (di cui 6 part-time), suddivisi in quattro squadre, in collaborazione con i Comuni della Busa di Tione e Bassa Val Rendena, approvato con propria deliberazione n. 38 dd. 06.03.2014 e trasmesso all’Agenzia del Lavoro per l’accoglimento della relativa domanda di contributo, la Comunità delle Giudicarie ha ideato un progetto straordinario che prevede la possibilità di un ulteriore impiego di una cinquantina di operai nelle varie squadre gestite dai Comuni giudicariesi sempre nell’ambito dell’Intervento 19, in modo da poter dare sollievo alle molte famiglie di lavoratori per le quali la crisi di questi anni ha contribuito a minare la sicurezza occupazionale ed economica.

In particolare si mira ad assumere 20 operai a tempo pieno e 26 lavoratori part-time per una durata del contratto che varia tra i sei e gli otto mesi, per una spesa complessiva a carico dei comuni “capofila”di Comano Terme, Bleggio Superiore, Stenico, Roncone, Pieve di Bono, Bondone, Storo, Tione di Trento, Bolbeno, Bondo, Villa Rendena, di 388mila euro che verrà finanziata all’80% con un contributo di 310.760 euro equamente ripartita in base alle assunzioni.

Gli assunti verranno destinati a lavori per l’abbellimento urbano e rurale e per particolari servizi ausiliari di tipo sociale a carattere temporaneo, per l’affiancamento degli operai impegnati nelle squadre per l’esecuzione dei progetti relativi all’Intervento 21 che saranno attivati dai Comuni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136